GROTTAMMARE – Partono i lavori sul lungomare sud: pedoni e ciclisti dovranno temporaneamente convivere nell’area pedonale ad est del cantiere. L’amministrazione comunale raccomanda prudenza e comprensione per la decisione che va a vantaggio di una migliore fruizione futura del viale.

Il comandate della polizia municipale, Stefano Proietti, ha firmato l’ordinanza che dispone in via eccezionale l’utilizzo del viale pedonale da parte dei velocipedi, “nel tratto di lungomare sud compreso tra l’altezza della struttura alberghiera Parco dei Principi ed il confine col territorio del Comune di San Benedetto del Tronto”, per i prossimi 40 giorni.

E’ partito questa mattina l’intervento di messa in sicurezza della pista ciclabile del lungomare De Gasperi, aggiudicato a fine febbraio all’impresa teramana Cantagalli Appalti srl. Dall’ufficio Lavori pubblici fanno sapere che le opere  procederanno a tratti; pertanto, è possibile che nelle sezioni di viale interessate via via dal cantiere non sia possibile parcheggiare nelle ore diurne dei giorni lavorativi.

“Fortunatamente – dichiara il sindaco Enrico Piergallini – il cantiere del lungomare non ne comprometterà la fruibilità in questo periodo di tarda primavera inizio estate. Nonostante questo, chiediamo agli operatori turistici e ai cittadini la pazienza necessaria, poiché questo cantiere molto atteso e previsto dal nostro programma elettorale migliorerà in maniera sensibile la funzionalità della pista ciclabile sud, ringiovanendo, al contempo, l’immagine del nostro lungomare. Un altro impegno mantenuto”.

Il progetto prevede la revisione del viale ciclabile a sud della foce del torrente Tesino, con l’obiettivo di renderne più agevole e sicura la percorribilità. L’intervento si svilupperà su 1250 metri. L’importo complessivo dei lavori è di 222.516,72 euro e verrà finanziato per il 45% con fondi del Ministero dei Trasporti.

La nuova veste del lungomare sud è stata predisposta dal Gruppo interno di progettazione, integrato dai tecnici ing. Michele Baldassarri, per gli aspetti relativi all’impianto di pubblica illuminazione, e dall’agronomo Lorenzo Granchelli, per quelli relativi alla modifica del sistema del verde.  L’impianto della riqualificazione, infatti, si sviluppa su tre direttrici: mobilità ciclabile (con sostituzione della pavimentazione in porfido con materiale in quarto e spostamento laterale di elementi al centro della pista),  illuminazione (da potenziare e adeguare alla normativa regionale contro l’inquinamento luminoso) e arredo verde (con ricollocazione di alberi, rimozione dei fusti di palme devitalizzate da punteruolo rosso e sostituzione con altri esemplari).

La riqualificazione  del tratto a sud del viale De Gasperi è stata approvata  nell’ottobre 2015 ed è un progetto che unisce, nel nome della mobilità alternativa, i tre comuni della Riviera delle Palme, destinatari di fondi ministeriali banditi col Piano nazionale sicurezza stradale.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 695 volte, 1 oggi)