FERMO – Blitz delle Forze dell’Ordine. Nel pomeriggio del 14 aprile il personale della Sezione Anticrimine procedeva all’arresto differito del pluripregiudicato di origini napoletane, ma residente a Fermo, S.F. (39enne).

Benché sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con obbligo di permanenza notturna in casa (dalle 22 alle 6) durante ripetuti controlli eseguiti nottetempo tra i giorni 6, 8, 10, 11 e 14 aprile, non veniva trovato presso la propria abitazione.

Inoltre l’arresto veniva motivato anche dal fatto che l’uomo, obbligato a tenere una condotta irreprensibile, di fatto veniva individuato come autore di ripetuti furti in abitazioni ed esercizi commerciali situati sulla fascia costiera, reati per i quali veniva deferito alla locale Procura della Repubblica.

L’uomo veniva rintracciato dai poliziotti proprio nel momento in cui stava cercando di scavalcare la recinzione di un villaggio turistico del Lido Tre Archi di Fermo.

S.F., dopo l’arresto posto ai domiciliari a casa, veniva condotto davanti ai giudici del Tribunale di Fermo per la convalida della misura restrittiva eseguita e per essere sottoposto a processo da celebrarsi con rito direttissimo.  Durante l’udienza però il giudizio veniva rinviato alla data del 2 maggio data la richiesta del legale di parte di termini a difesa per la consultazione degli atti processuali.

L’arrestato veniva pertanto riaccompagnato presso la propria abitazione e nuovamente posto agli arresti domiciliari disposti come misura cautelare.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 293 volte, 1 oggi)