SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “I centri commerciali all’aperto non sono tutelati come i megastore. Il centro non regge il carico dei parcheggi, al contrario degli ampi spazi destinati ai grandi negozi”. Lo ha detto Giorgio De Vecchis, candidato sindaco di Orgoglio Sambenedettese, durante l’incontro con gli elettori di giovedì pomeriggio presso il Bar Max.

Tra i temi affrontati anche la vicenda Poru, svuotata di ogni riferimento al commerciale: “Rimangono i problemi di viabilità – ha proseguito De Vecchis – i quartieri sono già fiaccati da un carico urbanistico notevole. I piani di riqualificazione sono un procedimento potenzialmente positivo, ma inteso in questo modo è destinato a fallire. I francobolli non possono essere oggetto di abuso, i discorsi che si stanno facendo non sono finalizzati a una visione complessiva”.

L’ex presidente del Consiglio Comunale ha sottolineato la necessità di condividere i progetti con i cittadini: “La partecipazione è fondamentale. L’attuale Prg è datato. Negli anni gli interventi sono stati frutto di parziali varianti, non c’è stata una visione d’insieme. Si deve tornare a ragionare per lunghi periodi”.

De Vecchis si è inoltre mostrato contrario alla pedonalizzazione di Via Risorgimento: “Ad oggi è difficile parcheggiare, se la chiudiamo al traffico peggioriamo le cose. Ad ogni modo, una pedonalizzazione non seguita da riqualificazione, come accaduto in Via XX Settembre, non ha senso”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 356 volte, 1 oggi)