SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Votate i Poru e noi mettiamo in discussione la futura alleanza. Si potrebbe sintetizzare così l’avvertimento dell’Udc al Partito Democratico che, per volontà del sindaco Gaspari porterà all’approvazione del Consiglio Comunale (in programma il 20 aprile) i piani di riqualificazione urbana.

La delibera, svuotata di tutte le discussioni relative al commerciale, ha tenuto banco per mesi soprattutto per quel che riguarda i progetti AreaMare ed Edilcomar. “L’amministrazione effettuerà una chiara forzatura politica – avvisano i centristi – ciò non risulterebbe senza conseguenze nella formazione della prossima alleanza politica e programmatica. L’Udc non solo è contraria ai progetti, ma sta chiedendo sostegno elettorale garantendo il loro rinvio. Non si crede che si possa pensare ad una organica e composita pianificazione urbanistica futura del territorio che non integri delle aree che oggi, con l’approvazione del Poru, andrebbero già a definire la loro destinazione e quindi ad escludersi. Auspichiamo un senso di responsabilità del Pd, e chiediamo di rinviare la questione alla futura maggioranza ed amministrazione”.

Più che a Gaspari, giunto al termine della sua avventura amministrativa, l’appello sembra rivolto a quegli esponenti del centrosinistra con cui l’Udc punta a governare per il prossimo quinquennio. Nel mirino quindi tutti i consiglieri ricandidabili: da Piefrancesco Morganti ad Alessandro Zocchi, passando per Marco Calvaresi, attuale presidente dell’assise.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 545 volte, 1 oggi)