MARTINSICURO – Per tutti coloro che fino a una quindicina di anni fa, quando mettevano piede in un negozio di dischi, sentivano l’aura un po’ magica che i vinili prima, le musicassette e i Cd poi, emanavano, venire a conoscenza che nelle province di Teramo e Ascoli Piceno oggi, aprile 2016, resta aperto un solo negozio dove questi reperti musicali vengono venduti e consigliati, fa stringere il cuore.

Ma, se si è fanatici del rock, il negozio Zeder, gestito da Enzo Zeder e che si trova in via dei Castani, nella Zona industriale di Martinsicuro, resta un’ancora indispensabile. Enzo ha iniziato la propria attività imprenditoriale nel mondo della musica nel 2004, in pieno avvio della crisi del settore della vendita dei dischi causata dall’avvento del digitale su internet. E dopo la chiusura di Disco Service, al centro di San Benedetto, è rimasto soltanto lui a svolgere questa attività a cavallo fra Marche e Abruzzo.

“Avevo rilevato il vecchio negozio di Dischi Sparaco, in via Voltattorni – ricorda Enzo – Per reggere l’urto della crisi del settore, l’avevo trasformato in un punto vendita di dischi specializzati nel genere rock e vendita di Dvd tutti riguardanti il cinema di genere italiano anni ’70, dagli spaghetti western ai polizziotteschi e via dicendo”.

Oggi Zeder.it-Negozio di Genere continua con la proposta già lanciata all’inizio del Millennio: “Ho tantissimi dischi tutti inerenti il mondo del rock, quindi dalla psichedelia anni ’60 al glam, dal punk alla new wave al grunge anni ’90. Il punto è che oggi la produzione musicale è infinita, per cui il mio compito è di selezionare e fornire al cliente un prodotto musicale di sicura qualità, sempre inerente all’ambito rock, senza dimenticare il metal con molti dei suoi generi e sottogeneri”

L’attuale mercato discografico vede una ripresa dell’acquisto di dischi in vinile: “Sia perché è un formato che ha una sensibilità più concreta, di fronte alla smaterializzazione del digitale, sia per questioni grafiche che, infine, per la durabilità: un vinile, se ben tenuto, è eterno, mentre un Cd non dura più di 50 anni. Non va taciuto anche il fatto che il disco in vinile vede spesso un tipo di produzione artigianale”.

Sabato prossimo, inoltre, 16 aprile, è il “Record Store Day“: “Una giornata della salvaguardia della musica, nella quale vengono ristampati o pezzi del passato, o cose mai pubblicate. Quest’anno ci sarà una diffusione limitata, in sole 500 copie, di un lavoro dei Metallica, nominati ambasciatori del Record Store Day di quest’anno”.

Per l’occasione Zeder.it, solitamente aperto dalle 16 alle 20, resterà aperto anche al mattino, dalle 10 alle 13, ” e inoltre sarà applicata una scontistica particolare, del 30% sui Cd e del 20% sui Dvd”. Se il genere musicale preferito di Enzo Zeder è il “progressive anni ’70, soprattutto per la cultura progressiva sottesa”, è quasi scontato pensare a Zeder, oltre che appassionato alla musica, anche in qualità di musicista.

“Sì, sono attivo in due band: batterista con i Golcondha, che realizzano musica sperimentale metal, e i Kotiomkin, gruppo nel quale Zeder suona il e basso e di indubbia originalità: “Compongo delle sceneggiature per film, e poi realizziamo quella che per noi è una possibile colonna sonora. Abbiamo già pubblicato un album con la mia casa discografica, la Zeder Dischi. Ci sono dei registi che hanno mostrato interesse per questa idea, poi, naturalmente, servono i soldi per realizzare i film”.

Per ulteriori informazioni: pagina Facebook, sito web ufficiale www.zeder.it, telefono 0861.797713

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.438 volte, 1 oggi)