SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Orientati verso una grande coalizione”. Con questa motivazione Fratelli d’Italia sposa la candidatura di Pasqualino Piunti. La decisione è stata presa mercoledì sera, dopo un’intensa riunione presso l’Hotel Calabresi.

L’obiettivo rimane però quello di coinvolgere anche la Lega, rimasta al fianco di Massimiliano Castagna. Il commercialista di Monte San Giusto ha confermato la volontà di non ritirarsi e di proseguire l’avventura con il supporto di una propria lista e del Carroccio. “Se lui non si ritira noi non lo molliamo, abbiamo dato la nostra parola”, aveva spiegato il coordinatore regionale Luca Paolini. E Castagna l’idea di un passo indietro pare averla accantonata. Per ora.

Decisivi sarebbero stati gli attestati di stima ricevuti nelle ultime quarantott’ore. Tra i messaggi di solidarietà quelli di diversi esponenti di centrosinistra e di Giorgio De Vecchis, leader di Orgoglio Sambenedettese e suo rivale.

“Nel suo momento di maggiore difficoltà gli ho solamente detto che tutto il lavoro che aveva fatto sarebbe andato sprecato”, ammette De Vecchis. “Gli ho espresso la solidarietà per il trattamento subito da certi soggetti anconetani e ascolani. Spero abbia pensato che come avevo reagito io avrebbe dovuto reagire lui”.

Castagna dovrà tuttavia fare i conti con la realtà. Una Lega isolata ed estromessa da una coalizione di centrodestra rischierebbe il flop alle urne, senza dimenticare la difficoltà di mettere in piedi una lista di 24 nomi in una località dove il partito non è strutturato (per stessa ammissione dei dirigenti marchigiani). A questa si sommerebbe la civica del candidato sindaco che ospiterebbe tra gli altri i Repubblicani, freschi di divorzio con De Vecchis.

Tornando a Fratelli d’Italia, Carlo Ciccioli e Marco Fioravanti terranno presto una conferenza stampa. In quell’occasione si ribadirà la necessità di correre uniti per puntare alla vittoria.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 899 volte, 1 oggi)