FERMO – Ancora un blitz antidroga. I carabinieri della stazione di Sant’Elpidio a Mare e Porto Sant’Elpidio, con il supporto della sezione p. g. carabinieri del Tribunale di Fermo hanno individuato altri componenti della fitta rete di spaccio di droga fra la Campania e le Marche che si sta delineando giorno per giorno attraverso indagini. Si tratta di altri tre spacciatori residenti in Campania che rifornivano le persone arrestate il 7 aprile dai militari per la vendita illecita di eroina nella nostra regione.

Il 9 aprile, in provincia di Caserta, con l’ausilio dei colleghi della compagnia di Casal di Principe, i militari dopo essersi appostati tutta la notte e monitorato gli spostamenti di alcuni tossicodipendenti del luogo hanno individuato la base operativa dove lo stupefacente (dopo essere stato confezionato in appositi ovuli che venivano ingeriti dai pusher) arrivava nelle Marche per il conseguente spaccio ai tossicodipendenti locali.

I carabinieri durante il blitz hanno sorpreso tre persone (due uomini e una donna, extracomunitari) che sono state arrestate in flagranza di reato per traffico illecito di sostanze stupefacenti. Si tratta di H. A. A. (34enne nigeriano pregiudicato), A. Y. (26enne nigeriana senza fissa dimora e pregiudicata) e T. A. (28enne ivoriano pregiudicato).

All’interno dell’abitazione sono stati rinvenuti sei ovuli contenenti 100 grammi di eroina, 141 grammi di sostanza da taglio, un bilancino di precisione, materiale utile al confezionamento delle dosi e otto cellulari in loro uso e banconote di vario taglio per circa 5 mila euro quale provento dello spaccio. Sono stati rinvenuti anche documenti importanti al vaglio degli inquirenti.

Gli arrestati sono stati portati presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere a disposizione dell’autorità giudiziaria di Fermo che sta coordinando le indagini.

L’eroina è stata sequestrata e recapitata presso il laboratorio dell’Arma per altri accertamenti. Non si escludono ulteriori risvolti investigativi nei prossimi giorni.

Nel pomeriggio del 13 aprile, presso il comando dei carabinieri di Fermo, si è svolta una conferenza stampa a tal proposito.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 775 volte, 1 oggi)