SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella nostra provincia vi è una popolazione di 211 mila persone. Se l’unica tra queste ad escluderci sistematicamente dalle conferenze stampa o da molte comunicazioni è il decadente sindaco di San Benedetto del Tronto Giovanni Gaspari, non possiamo ascrivercene alcuna responsabilità.

Abbiamo rapporti franchi e amichevoli, pur nel rispetto dei diversi ruoli, con  molti suoi colleghi primi cittadini dello stesso partito, per cui comprendere le stravaganze gaspariane è un’operazione troppo complicata e forse impossibile da risolvere per le nostre capacità.

Resta il grande rammarico di una piccola Corte dei Miracoli incapace di un sussulto di pubblica dignità. Ovviamente chi nulla ha detto in questi anni, ha condiviso con soddisfazione, ed è pronto a comportarsi in questo modo anche dopo le imminenti elezioni. O forse, in mancanza di “Grandi Opere”, bretelle e “Grandi Opportunità” si è scelto di farsi ricordare, tra gli altri errori, anche con quello più triste.

Sventoliamo dunque bandiera bianca, sfibrati e stanchi di dover sottolineare quello che viene lasciato accadere da occhi che non vedono e orecchie che non sentono, con l’unica piccola considerazione: mentre qualche ex adulatore gaspariano auspicava la nostra chiusura, Riviera Oggi è viva e vegeta mentre il gasparismo sta per diventare una pagina, di certo non scintillante per ammissione unanime degli stessi aspiranti eredi, del passato cittadino.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.387 volte, 1 oggi)