SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Per tutti gli appassionati di tradizione automobilistica la data da segnare in rosso sul calendario è quella del 20 maggio. In quella giornata tornerà infatti a San Benedetto la Mille Miglia, storica corsa su lunga percorrenza inaugurata nel ’27 e che dal ’77 ha assunto la conformazione di gara di regolarità fra auto d’epoca prodotte non oltre il 1957.

Proprio il ’57 è l’ultimo anno per la “Mille Miglia”intesa come gara classica, nonché l’ultima volta che la “Freccia Rossa” passa per le strade di San Benedetto, dove la corsa “sfreccia” un totale di otto volte fra il 1949 e il 1957, compresa la storica edizione del ’54, dedicata alla memoria del grande “Tazio Nuvolari”, scomparso a Mantova l’anno prima.

Tornerà tra le strade rivierasche il 20 maggio la tradizionale corsa e lo farà con San Benedetto del Tronto protagonista. La città infatti ospiterà, oltre al transito della gara, un CO (Controllo Orario) e una serie di PC (Prove Cronometrate): le 440 vetture d’epoca , oltre a circa centocinquanta automobili sportive partecipanti al “Ferrari Tribute to Mille Miglia” e al “Mercedes-Benz Mille Miglia Challenge“, entreranno nel territorio sambenedettese provenendo da Grottammare. Di seguito, percorreranno il lungomare Alcide de Gasperi, via Francesco Morosini, via Enrico Dandolo e viale Cristoforo Colombo mentre in viale Bruno Buozzi sarà effettuato un Controllo Orario di passaggio e inizierà una serie di sette Prove Cronometrate lungo viale Trieste, viale Marconi e viale Alfredo Scipioni. L’ultima prova terminerà in viale Rinascimento.

Le auto in gara proseguiranno quindi lungo via Mare, via Colleoni e via Goffredo da Buglione, allontanandosi in direzione Monteprandone.

Un’ottima occasione insomma per la città di ospitare una delle corse automobilistiche più antiche e prestigiose d’Europa, con la Brescia-Roma e ritorno che costituisce un’autentica chicca per gli appassionati d’auto d’epoca nonché un evento catalizzatore per molti media, non solo specialisti del settore.

 

 

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 736 volte, 1 oggi)