GROTTAMMARE – In Italia “meglio ricercati, che ricercatori”, concludeva sarcasticamente un fortunato film di qualche anno fa. La sentenza è più che mai valida ancora oggi nella nostra sventurata penisola, ma stavolta per fortuna cambia il senso e per Grottammare ci sono ottime notizie.

L’Osservatorio trivago, fonte autorevole di informazioni e dati relativi al mondo dell’online travel, ha appena pubblicato la classifica dei 20 borghi più ricercati dagli utenti nazionali nell’ultimo anno, che premia la “Perla dell’Adriatico” posizionandola al dodicesimo posto, unica rappresentante per le Marche.

Esso è particolarmente importante perché fornisce dati ed analisi sulle tendenze di viaggio legate al settore alberghiero. Grazie all’attendibile indicatore “trivago Hotel Price Index” (tHPI), rappresenta anche il modo migliore per essere sempre aggiornati sull’andamento dei prezzi negli hotel in Italia ed Europa.

L’Italia dei borghi affascina e sorprende tra stretti vicoli, case arroccate e campanili, posti e scenari mozzafiato che spesso richiamano atmosfere affascinanti e lontane.

Sul podio dell’ultima graduatoria delle meraviglie (presente in allegato), che regala vere e proprie perle disseminate su tutto lo Stivale, troviamo al primo posto la salentina Otranto. La Puglia certo non stupisce ed è seguita da Lazio e Sicilia.

“Il comune più a oriente d’Italia – si legge nel comunicato – da oggi è anche il borgo più ricercato dagli utenti di trivago.it. Otranto infatti guida la classifica dei piccoli centri più ricercati grazie ai suoi panorami mozzafiato, al pittoresco centro storico (riconosciuto come Patrimonio dell’Unesco) e a tariffe hotel competitive: per dormire nel borgo salentino ad aprile infatti si spendono in media 85€ per camera doppia a notte“.

Il secondo posto va con sorpresa a Sperlonga (88€ la media di aprile), che si distingue per la bellezza delle sue rocce a picco sul mare e le splendide calette.

Segue a ruota Cefalù (128€), che vede premiata la grande accoglienza delle strutture locali con un onorevole terzo posto.

Scorrendo la “top ten” dei borghi più ricercati troviamo al quarto posto la campana Castellabbate (121€), al quinto la ligure Lerici (111€), quindi al sesto il piccolo comune di Monte Argentario (il più caro con ben 279€).

Il borgo campano di Vietri sul Mare (93€) è settimo, seguito all’ottavo posto da quello altoatesino di Vipiteno (89€), l’unico borgo montano presente in graduatoria.

Norcia (77€) conquista la nona posizione, piazzandosi prima della ligure Laigueglia (84€), che agguanta la decima con il suo affollato litorale sabbioso.

Dopo un altro borgo ligure, Noli (112€), che si piazza all’undicesima posizione, ecco che arriva finalmente Grottammare.

Che è sì dodicesima, ma riesce meglio di altre a coniugare bellezza, storia ed economicità visto che il prezzo medio di 68 euro (camera doppia a notte) è il secondo più basso di tutta la classifica (dopo i 63€ del borgo sardo di Bosa, che però arriva diciassettesima).

Nella lista troviamo anche due altre nostre “vicine di casa”, oltre a Norcia, che ci precede di 3 posizioni: l’abruzzese Scanno è sedicesima, mentre l’umbra Spello è diciannovesima. Entrambe registrano un vantaggioso prezzo medio per la doppia, pari a 75 euro.

Speriamo adesso che le ricerche degli utenti, a noi particolarmente favorevoli, ci premino sul serio convertendosi in presenze turistiche nel corso dell’estate ormai alle porte.

Quanto a noi, la crisi o la mancanza di ferie quest’anno farà meno male. Dati alla mano, abbiamo poche scuse per andare in vacanza. A meno che non vogliamo scegliere posti “meno ricercati” oppure spendere di più, per esempio più di “4 volte di più” (4,1 dai prezzi medi) per andare all’Argentario.

Certo, ci sarebbe da fare un pensierino su Otranto, regina della classifica e che con i suoi 85 euro si rivela ben più economica di molte altre e sotto la media dei prezzi (tra le 20) che risulta di 99,90 euro (quasi una promozione, neanche a farlo apposta).

Ok, è più ricercata: precisamente a +11. Ma volete mettere il Salento con Grottammare?

 

Info e contatti: http://osservatorio.trivago.it/
press@trivago.it

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.876 volte, 1 oggi)