“Dopo tante buone birre, l’entusiasmo è diventato passione e dalla passione siamo arrivati alla Birra Lancetta”: così si presentano Alessio, Fabrizio e Valter.
“Siamo sambenedettesi, siamo marchigiani (nel bene e nel male)” affermano, così come sono di questa terra tutti i principali artefici di questo successo: dal mastro birraio al birrificio di produzione così come la maggior parte delle materie prime utilizzate fino al maestro d’arte Marco Calcinaro che ha curato il logo che appare nell’etichetta.

Perché la Birra Lancetta, una Blonde Ale “diPINTAdiBLU”, sembra nascere davvero dalle antiche tradizioni marinare sambenedettesi e adriatiche: “La volontà è quella di fare birre che creino entusiasmo, amore per la buona birra, e che possano rappresentare noi, la nostra gente e il nostro territorio: è una birra per tutti, legata alle principali attività della riviera, al mare e soprattutto agli sport sambenedettesi di maggior successo.

Uscita nel mercato solo da qualche mese e subito è stato un successo. Moltissimi gestori dei locali più frequentati della riviera l’hanno apprezzata e la propongono con entusiasmo, dai bar ai pub ai locali notturni fino ai ristoranti e pizzerie nonché nei mercatini dei sapori; ricercata, sta diventando un must della riviera e la bottiglia un gadget simpatico da riportare a casa.

Una birra artigianale di qualità invece delle solite birre industriali: sin dal primo sorso si capisce il carattere avvolgente del luppolo, la nota amara che si fa spazio fra i sapori decisi di malto e agrumi che arrivano al naso. E’ stato questo il motivo delle notevoli richieste giunte da amatori da tutta Italia (Milano, Roma, Firenze, Torino, Napoli, Gaeta) che ha spinto la società Menoamara a raddoppiare la produzione iniziale; dal prossimo mese la distribuzione verrà estesa a tutte le Marche, all’Abruzzo, alla Puglia, al Lazio e alla Lombardia con l’obiettivo di coprire a mano a mano tutto il territorio nazionale.

La Lancetta sembra essere comunque solo il primo passo nell’universo “birraio”: “Ne seguiranno altri formati e altre tipologie che presenteremo non appena una nuova ricetta ci entusiasmerà nuovamente. Magari riusciremo a produrle in un piccolo impianto tutto nostro in un futuro non troppo lontano. Pian piano ci arriveremo”.

Non resta davvero che augurare le migliori fortune ad Alessio, Fabrizio e Valter e alla loro “Birra Lancetta”. E a tutti voi, sorsi sani e rinfrescanti.

Dove trovarla: qui
Eventi: qui

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 884 volte, 1 oggi)