SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “I Poru sono i figli dei Prusst, proposti all’epoca da Perazzoli. Nel 2001 li combattemmo vincendo, succederà anche stavolta”. Pasqualino Piunti azzanna il candidato sindaco del Pd giocando sulla sua vicinanza politica con l’amministrazione Gaspari, a detta del leader di Forza Italia non troppo differente da quella che si insedierebbe qualora trionfasse alle elezioni l’ex consigliere regionale.

La città rischia un salto all’indietro, rappresenterebbe la pietra tombale per tutti. Con Perazzoli si assisterebbe al passaggio da un gruppo di potere all’altro. Gaspari è il suo erede politico. Dal 2006 al 2012 hanno condiviso tutto, per poi innescare una guerra per via di un distributore di benzina. Non è credibile”.

Nei giorni scorsi il democrat aveva paragonato la squadra del centrosinistra al Barcellona, chiamata a sfidare l’Ascoli. “Non basta indossare la maglia blaugrana per sentirsi i più forti – replica Piunti – occorre che a portarle siano Messi, Neymar e Suarez. Invece qui ci ritroviamo con la squadra di Colli del Tronto che si spaccia per il Barça”.

Durante la presentazione della sua lista, San Benedetto Protagonista, Piunti si sofferma sul principio di partecipazione (“da svolgere prima, non a decisioni prese”) e del basso profilo: “Non promettiamo il libro dei sogni, da me non aspettatevi ponti di Brooklyn. Sarò onesto coi cittadini. Ai tempi di Martinelli, in quattro anni di mandato lasciammo a San Benedetto un lungomare nuovo. Gaspari in dieci anni non ha saputo riqualificare l’altra metà, nonostante l’avesse promesso per due mandati”.

Sul bilancio Piunti mostra preoccupazione: “Gaspari lo definisce roseo, io non ci credo. Feci un’interrogazione per conoscere il numero delle ditte da liquidare e non ho mai ottenuto risposta. Stiamo parlando di imprese locali che devono ancora prendere dei soldi, è una mancanza di rispetto gravissima da parte di un ente”.

San Benedetto Protagonista includerà ventiquattro candidati, con un terzo dei posti destinato alle donne: “Non c’è ancora l’ufficialità, abbiamo sforato e alcune persone passeranno in altre liste”. Alla civica di Piunti si aggiungeranno infatti Siamo San Benedetto e, ovviamente, Forza Italia.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 958 volte, 1 oggi)