GROTTAMMARE – E’ partita subito dopo le festività pasquali la riqualificazione di piazza Dante Alighieri, popolarmente chiamata “piazza dell’Angioletto”. Il cantiere lavorerà fino a giugno per restituire un’area ammodernata negli spazi relax e ringiovanita dal punto di vista degli arredi verdi. Più relax anche per i passeggiatori di corso Mazzini: il lavoro, infatti, prevede l’eliminazione dei dislivelli tra la piazzetta e il viale pedonale.

La riqualificazione di piazza Alighieri è  collegata a un progetto di rigenerazione urbana, iniziato nel giugno 2015 con la demolizione dello scheletro edilizio che si affacciava sullo slargo di corso Mazzini, costruito al posto del vecchio Albergo Italia ma poi abbandonato a se stesso per oltre venti anni.

L’intervento di un privato – la società Gea srl –  ha messo la parola fine a un lungo iter fallimentare legato alla vecchia proprietà, presentando un piano di recupero urbano di cui si avvantaggerà anche la collettività: sulla superficie del manufatto abbattuto sorgerà una moderna costruzione residenziale, mentre la piazza dell’Angioletto verrà riqualificata in qualità di opera di urbanizzazione primaria spettante al privato attualmente proprietario dei volumi edificabili.

Il restyling dello spazio pubblico è stato studiato dall’ufficio Progettazione Opere Pubbliche diretto dall’architetto Liliana Ruffini e prevede il rinnovamento degli arredi e del verde, assicurando più centralità alla fontana dell’Angioletto.

La revisione architettonica prevede l’adeguamento del piano di piazza alle quote stradali di corso Mazzini, da cui la piazza al momento si distingue mediante dislivelli netti. I gradini  che avrebbero dovuto mantenere l’identità dello spazio, dopo la riqualificazione dell’isola pedonale alla fine degli anni ’90,  saranno sostituiti da effetti cromatici della pavimentazione, in linea con quanto concordato con la Soprintendenza ai Beni Architettonici.

“Nei tempi previsti apriamo un nuovo cantiere della città che, se non ci saranno intoppi, sarà pronto prima del mese di luglio – afferma il sindaco Enrico Piergallini – . Il rinnovamento funzionale ed estetico di Piazza dell’Angioletto si aggiunge all’inaugurazione del nuovo largo di Porta Maggiore, alla prossima apertura del cantiere per la rivisitazione del lungomare sud, ai lavori del terzo stralcio per la riqualificazione del vecchio Ospedale: quattro opere pubbliche strategiche per la nostra città che saranno completate entro il 2016 o al massimo nei primi mesi del 2017. Quattro pilastri del nostro programma elettorale che saranno realizzati con due anni di anticipo rispetto alla scadenza del mandato”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 294 volte, 1 oggi)