FERMO – Operazione della Polizia di Fermo nella giornata del 31 marzo. I poliziotti hanno arrestato R.M., cittadino marocchino 24enne irregolarmente residente sul nostro territorio, in esecuzione di un decreto di ripristino di carcerazione emesso dalla Procura di Fermo: lo straniero deve infatti scontare 10 mesi  di reclusione per i reati di resistenza a pubblico ufficiale  e lesioni.

I fatti si riferiscono al febbraio 2015 quando poco dopo la mezzanotte era giunta alla sala operativa del commissariato una richiesta di intervento da parte del gestore di una pizzeria di Porto San Giorgio minacciato da due stranieri in evidente stato di ebbrezza.

Uno dei due, poi identificato in R.M., aveva minacciato prima e ferito lievemente dopo con un coltello un collaboratore del gestore del locale per scappare poi alla vista della Polizia.

Grazie alla descrizione fornite dalle vittime ed alla collaborazione di un testimone che lo aveva visto allontanarsi l’uomo veniva rintracciato ma sfuggiva in un primo tempo all’arresto gettandosi in una scarpata fitta di vegetazione.

Gli agenti della Volante non rinunciavano alle ricerche essendo il ragazzo noto alle forze dell’ordine per il suo carattere violento e uso a portare con sé armi da taglio.

Una successiva segnalazione giunta al 113 consentiva, alle 4.30,  di rintracciare R.M. in zona Santa Petronilla dove finalmente i poliziotti riuscivano a bloccare lo straniero che, però, resisteva all’arresto procurando ad entrambi gli  agenti lesioni giudicate guaribili in sei giorni.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 588 volte, 1 oggi)