SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 29 marzo, presso il campo “Nelson Mandela”, si è svolto l’evento  “Passa l’acqua e adotta la fratta” ossia è stato dato il via al “disegno” ornamentale del campo da rugby che dopo ogni partita giocata dai ragazzi dell’Unione Rugby San Benedetto si avvicina sempre più al suo aspetto finale.

In un giorno accompagnato da un caldo sole di fine marzo e da un leggero vento sono iniziati i lavori della piantumazione delle siepi che definiranno la delimitazione della struttura sportiva. Grazie alla collaborazione tra la città di San Benedetto del Tronto e l’ASD Unione Rugby San Benedetto sono state piantate le prime1000 piante. Le persone presenti avevano la possibilità, facendo un’offerta, di contribuire alla realizzazione del perimetro verde. I donatori verranno successivamente ricordati con l’ aggiunta di una targa con il loro nome davanti a ogni verde scelto.

A dare una maggiore “spinta” al pomeriggio, oltre alla classica merenda pasquale offerta dall’Unione Rugby hanno contribuito l’ ex giocatore della nazionale italiana di rugby Pierluigi Camiscioni e il presidente del Comitato Rugby Marche Maurizio Longhi, che con la loro partecipazione hanno reso ancora più piacevole l’ evento.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 379 volte, 1 oggi)