GROTTAMMARE – Il Dream Point 43° Parallelo Italy, che si trova sulla pista ciclo pedonale di Grottammare, si rinnova. L’omonima Associazione, che il 5 maggio del 2012 donò al Comune il gruppo scultorio eseguito dal maestro grottammarese Francesco Santori, con il fine di evidenziare il passaggio del filo immaginario che segna l’inizio del clima Mediterraneo e che unisce i Santuari di Santiago de Compostela, Lourdes, Assisi e il luogo di preghiera Medjugorje, ha deciso di ristrutturare alcune parti del luogo da sogno sulla riva del mare.

Nei giorni scorsi è stato installato il nuovissimo “taglio” sulla pista, che era stato distrutto dal transito dei mezzi pesanti che trasportavano i massi per la manutenzione della scogliera radente. Spaccata la spessa lastra di Plexiglass e l’impianto d’illuminazione saltato con quello della pista, i membri dell’Associazione hanno deciso di progettarne un altro, costruito in casa. Rimossa la carcassa del vecchio impianto, al suo posto è stata inserita una struttura con la duplice scritta “43° Parallelo” realizzata con spesse lettere d’acciaio inox poggiate su una base di cemento azzurro.

Completamente ricostruito anche il pannello Braille poggiato sul totem che riproduce il monumento in miniatura per renderlo fruibile anche ai non vedenti.

Le intemperie e anche l’azione dei vandali, avevano più volte danneggiato il testo su lastre di plastica. L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Ascoli e Fermo, che aveva collaborato all’iniziativa fin dall’inizio del progetto, grazie al presidente Cristiano Vittori e all’ex presidente Adoriano Corradetti, ha fatto realizzare un nuovo pannello descrittivo molto completo e visibile, su lastra di alluminio.

Venerdì mattina il socio e consigliere, Giuseppe Marcozzi, con i suoi collaboratori, ha montato quanto aveva realizzato in officina. Ora il consiglio del “43° Parallelo Italy” ha in programma altre novità in collaborazione con l’Amministrazione comunale. Il prossimo passo sarà il montaggio di un impianto fotovoltaico per illuminare il Dream Point, il montaggio di una Skyline webcams e l’estensione della rete wifi nella zona. Il sindaco Enrico Piergallini, il presidente Marcello Iezzi e il segretario Luigi Santori stanno già lavorando in questa direzione. L’unico neo resta l’incuria in cui è lasciato lo spazio circostante.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 351 volte, 1 oggi)