SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sarà un’estate in tono minore. L’amministrazione Gaspari, giunta a fine mandato, si impegnerà a confermare le manifestazioni storiche, ma l’arricchimento del cartellone spetterà al nuovo sindaco. Quest’ultimo però si insedierà solo a fine giugno, quando la calda stagione sarà già nel vivo.

Lo scenario è stato illustrato nel corso del tavolo del turismo svoltosi giovedì mattina in Municipio. Presenti tutte le associazioni di categoria, dal’Atp all’Itb, passando per Confcommercio, Asimprese, Assobalneari, Confindustria e Confesercenti.

Non corrono rischi Scultura Viva, Giocalaluna e, ovviamente, la Festa della Madonna della Marina. Confermatissimo anche Anghiò: il festival del pesce azzurro cambierà tuttavia location, spostandosi da Piazza Giorgini. Per la nuova destinazione di parla di zona portuale o ex galoppatoio.

“Le estati successive ai cambi di amministrazione sono sempre delicate – afferma Sandro Assenti della Confesercenti – ci stiamo muovendo per organizzare con Regione e Camera di Commercio il festival del brodetto. Vorremmo farlo diventare un appuntamento enogastronomico di rilievo”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.313 volte, 1 oggi)