MARTINSICURO – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del gruppo Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale di Martinsicuro, nato la scorsa estate, che sta per costituirsi come circolo cittadino.

“Dopo anni di confusione e smarrimento nella Destra Italiana – dice il coordinatore Massimo Clementoni – insieme ad alcuni amici abbiamo vissuto il nuovo corso del nostro movimento, contribuendo anche a Martinsicuro a far nascere il nostro gruppo di Centro-Destra, che si pone l’obiettivo di dare dignità e valore alle nostre idee troppo spesso disilluse da chi ha smarrito la giusta via nel passato.

Abbiamo fatto ottimi progressi in questo breve tempo e continueremo a crescere sia a livello nazionale che locale grazie a Giorgia Meloni e tutti quelli che hanno creduto in questo progetto che sembrava impossibile solo qualche anno fa.

Dopo la debacle politica di Fini, e il conseguente disorientamento, in tanti tentano di fregiarsi del titolo di Destra Italiana, ma dei vari soggetti politici solo il nostro conserva la Fiamma Tricolore quale fedele erede di sani principi che non ci vedono fare governi e portare voti alla Sinistra come fatto da Alfano o cadere in tentazioni separatiste e discriminatorie tra Nord e Sud della Nazione.

A livello comunale saremo presenti su molte tematiche sociali, politiche ed economiche, il gruppo si è ora dotato di un coordinamento interno per affrontare vari argomenti che riguardano la vita amministritativa cittadina e prossimamente i tesserati saranno chiamati a svolgere mansioni specifiche.

In questo momento stiamo raccogliendo varie segnalazioni sulle concessioni demaniali marittime per finalità turistico ricreative che ha visto assegnare alcune di queste nei scorsi giorni e scatenato giuste critiche alle scelte operate dall’attuale giunta Camaioni.

Le segnalazioni pervenuteci vertono principalmente sul fatto che in virtù delle scelte Cittattiviste, tali concessioni sono alla fine riservate “ai ricchi”; basti pensare che progetti molto simili, o copia-incolla, hanno premiato chi ha più facoltà di denaro, mortificando proprio quei principi che dovrebbero vedere in prima fila l’imprenditoria giovanile, che di solito, se non si è figli di papà, ha minori disponibilità economiche.

Risibili sono le difese con le quali l’amministrazione comunale tenta di convincere tutti i cittadini come se fossero inebetite dalle loro “ipnotiche parole”. La “facebookiana” giunta Camaioni “ovattata tra i muri del palazzo” invece di parlare di “file da aggiornare” dimentica invece spesso che i cittadini con la loro genuina comprensione sono molto più intelligenti di quanto loro pensino, infatti non credono alle favolette virtuali della giunta Camaioni e di un paese amministrato in modo idilliaco, perchè vedono un declino paesano reale e a tutti i livelli a partire dagli uffici comunali.

E’ ora che qualcuno suoni la sveglia e sgombri il campo dagli effetti soporiferi di chi si è proposto come nuovo, ma che di fatto sta applicando politiche cieche, unilaterali, sorde ed in forte odore clientelare in vista delle prossime elezioni, perchè si sono forse accorti che i cittadini sono pronti a chiedere il conto al termine del mandato.

L’amministrazione comunale attuale è stata solo tanto attenta a proteggere la sua “immagine immacolata” più che a governare bene la città, esternando reazioni quasi isteriche ad ogni critica, sempre pronta, più che ad ascoltare il popolo, a replicare con supponenza, ma poca sostanza.

Ora è giunto il momento di tirare fuori tutti insieme l’accumulo di magazzino di tante scelte scellerate che hanno fatto perdere occasioni d’oro a tutta la collettività martinsicurese.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 307 volte, 1 oggi)