ORE 19 Anche Cupra Marittima ha subito conseguenze dal maltempo. Due pali della luce (foto tra la Gallery) si sono inclinati a causa del vento forte e si sono rotti i fili della corrente finendo nel terreno bagnato. Nella Contrada San Silvestro (Cupra Marittima), l’area che collega Ripatransone e la località cuprense, l’energia elettrica è mancata dalle 9.20 fino alle 18.45.

ORE 15:40 COMUNICATO DELLA PROVINCIA CLICCA QUI Esondazioni del Menocchia, chiusa la strada Santi a Massignano. Situazione difficile nella Valdaso. Sotto osservazione gli impianti di sollevamento a Centobuchi. Disagi nella ValdiTronto e tra Cossignano e Montalto.

ORE 15:30 CROLLA CONTROSOFFITTO DEL CEDISER CLICCA QUI

ORE 15 COMUNICATO DEL COMUNE Come rende noto il meteorologo professor Massimiliano Fazzini, dalle 23 di ieri 22 marzo alle 10 di questa mattina sono caduti sulla città di San Benedetto dai 47 ai 55 millimetri di pioggia (in relazione alle diverse zone), pari a circa il 10% della pioggia media annua per questo territorio. A Monteprandone (le cui acque vengono raccolte anche dal Ragnola) ne sono caduti 60, mentre 62 millimetri sono caduti ad Acquaviva (che convoglia anche sull’Albula). Come previsto dai modelli, la pioggia è caduta con intensità costante per l’intero arco di tempo osservato.

Decine gli uomini e le donne dei vari organismi deputati al controllo del territorio mobilitati dalle primissime ore del mattino per sorvegliare i punti potenzialmente più critici e presidiare le strade a rischio allagamento. I disagi si sono verificati dove esistono problemi ben noti, come l’area di piazza del Pescatore – via Colombo.

Sorpresa negativa in via Val Tiberina dove, come ha comunicato la Ciip, non è partito l’impianto di sollevamento delle acque a causa di un black out elettrico verificatosi attorno alle 5. L’Enel non ha potuto garantire il riallaccio della fornitura in tempi brevi e così la società di gestione del ciclo idrico ha disposto l’installazione di un gruppo elettrogeno che è partito verso le 9: ma nel frattempo i disagi si sono fatti sentire pesantemente in tutta l’area.

Complessivamente, comunque, la città ha retto bene e, a questo punto, appare evidente che i lavori svolti in questi anni, con investimenti milionari da parte di Comune e Ciip, stanno dando risultati significativi.

ORE 11:30 A partire dalle 10:30 la pioggia ha cessato di cadere con la precedente intensità. Alle 11.30 la Polizia Municipale conferma che le vie in precedenza chiuse sono al momento riaperte.

ORE 9:30 CLICCA QUI Due auto si ribaltano sull’Ascoli-Mare, frana a Venarotta.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ arrivata la pioggia in Riviera come previsto dal meteo. Dalle prime ore del 23 marzo San Benedetto e le città limitrofe si trovano a fare i conti con il maltempo. Per ora sono segnalati  disagi in alcuni tratti con allagamenti. Qualche timore per l’Albula ingrossato ma la situazione è stata sempre al di sotto del livello di allarme.

Chiuse temporaneamente dalla Polizia Municipale via Val Tiberina, via Val Cuvia e alcune strade adiacenti alla zona Agraria. Chiuse anche le rotonde Merlini e San Giacomo. Chiusa anche via San Martino. Alcuni problemi sono situati tra piazza Garibaldi e San Giovanni Battista e in via Calatafimi. Anche in via Manzoni all’incrocio con via Marsala.

Situazione critica nell’area del Ballarin: chiusa via Colombo e interdetta la circolazione.

Pure a Martinsicuro piove ininterrottamente da 12 ore. I sottopassi sono percorribili, con la sola eccezione di via Bolzano dove, dalle prime ore della mattinata, sono al lavoro i volontari della Protezione Civile di Villa Rosa e gli operatori del settore manutentivo con l’impiego dell’idrovora. Tempestivo anche l’intervento dei Vigili del Fuoco di Teramo. Desta qualche apprensione il livello di alcuni fossi (in particolare Fosso Giardino tra la SS 16 e via Milano): si sta lavorando di buona lena. Nessuna criticità sul Tronto ed il Vibrata. Tutte le situazioni sono costantemente monitorate. “Raccomando, come sempre, la massima prudenza negli spostamenti” ha affermato il sindaco della cittadina abruzzese.

A Tortoreto già da questa mattina non si transita nel sottopasso di via Da Vinci e in quello di via D’Annunzio.

Ad Alba Adriatica chiuso al momento il sottopasso di viale Abruzzi.

Seguiranno aggiornamenti.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 6.323 volte, 1 oggi)