IN EDICOLA OGNI LUNEDI’ NELL’EDIZIONE CARTACEA

FERMO – La Tecno Riviera delle Palme esce sconfitta per 0/2 dal big match della ventitreesima giornata di serie C2 di calcio a cinque contro il Fermo 1990 e lascia la vetta della classifica al Real Ancaria, ora avanti di due lunghezze sui rossoblu.

Alle loro spalle proprio il Fermo 1990, il Futsal Silenzi e il Csi Stella – tutte vittoriose in questo turno – accorciano le distanze dalle due battistrada, dando vita ad un campionato al vertice molto interessante e combattuto quando mancano sette partite al termine della regular season.

Nonostante la sconfitta, la prova del Riviera al Pala Murato di Fermo è da considerarsi positiva soprattutto sotto l’aspetto tattico e del ritmo messo in campo dai ragazzi di mister Grossi, che non riescono però a sbloccare l’incontro nonostante le numerose occasioni, e alla fine, come spesso capita nello sport, vengono puniti nel finale dal cinismo e dall’esperienza dei gialloblu fermani.

Fino al 53° minuto, la cronaca dell’incontro annota solo una squadra in campo: il Riviera delle Palme, che domina in tutti i settori, costringendo sempre gli avversari sulla difensiva e a un gioco apparso molto spesso oltre i limiti regolamentari con falli a ripetizione e meritevoli di sanzioni disciplinari.

Tra le occasioni più favorevoli per passare in vantaggio, la Tecno spreca nel primo tempo un calcio di rigore (tiro alto di Martin Piccinini) e una superiorità numerica ad inizio ripresa per l’espulsione di un giocatore fermano. Numerosi poi gli attacchi e le occasioni fallite, anche per la bravura dell’estremo portiere gialloblu, che impedisce ai ragazzi di mister Grossi di prendersi il meritato vantaggio.

Si arriva così nel finale, quando in un minuto il Riviera viene punito da due ripartenze su palla persa in attacco e l’uno due incassato risulta decisivo per le sorti del match, con una Tecno a quel punto incapace di reagire dopo aver condotto la partita e aver sprecato tanto.

Prossimo turno casalingo per il Riviera, che ospiterà al PalaSpeca il Futsal Prandone; nonostante la sconfitta mister Grossi può trarre indicazioni positive dal match di Fermo e preparare la squadra per il rush finale, consapevole di avere a disposizione le qualità per poter essere protagonista e giocarsi fino all’ultimo la promozione diretta.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 158 volte, 1 oggi)