Oltre 900 persone dal 1893 ad oggi: tanto è lungo l’elenco delle vittime di mafia, ricordate nella sala consiliare dal sindaco Enrico Piergallini, e pubblicato in via permanente nella pagina principale del sito web istituzionale “in onore della loro memoria”.

Così l’amministrazione comunale ha celebrato il 21 marzo 2016 la XXI Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, svoltasi a Messina e idealmente nelle 1000 località italiane, che come Grottammare hanno offerto un momento di riflessione alla cittadinanza raccogliendo l’invito dell’Associazione “Libera”.

“Non dobbiamo scoraggiarci se oggi siamo così pochi nella piccola platea della sala consiliare – ha esortato il sindaco Enrico Piergallini – perché non è vero che organizzare iniziative non serve a niente, l’anno prossimo saremo certamente di più”.

Un filo di speranza ha chiuso la lettura del primo cittadino di una parte della lunga lista di persone innocenti che hanno perso la vita per mano mafiosa, dal 1992 ad oggi: “Vogliamo ricordarli tutti. Le vittime innocenti delle mafie e delle stragi, quelli di cui conosciamo le storie, quelli di cui sappiamo solo il nome e i tanti dei quali non abbiamo ancora conoscenza. Abbiamo scelto di iniziare dal 1992 perché, con la morte dei magistrati Falcone e Borsellino, la nostra coscienza si ferma a quel punto, ma sono invece tantissimi i morti dopo quella data”.

La lettura è stata dedicata all’ultima vittima dell’elenco, Domenico Martimucci, giovane di 26 anni deceduto a seguito di un attentato mafioso il primo agosto 2015.

L’elenco completo è consultabile al seguente indirizzo: http://www.comune.grottammare.ap.it/documents/ELENCO_21_MARZO_2016.pdf

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 116 volte, 1 oggi)