SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grande soddisfazione espressa dall’Associazione Ambiente e Salute nel Piceno per la decisione votata dal Consiglio Regionale in merito alla contrarietà all’impianto di stoccaggio gas in zona Agraria: “Decisione che segue quelle votate dai Comuni di San Benedetto, Grottammare, Monteprandone, Martinsicuro e Colonnella” si legge nella nota.

“La soddisfazione è grande dopo anni di impegno nel vedere che molti degli obiettivi prefissati siano stati raggiunti ed è un successo dell’intera città e di tutto il territorio – si legge nella nota – anche se la procedura poteva essere chiusa da mesi se solo la giunta Regionale avesse accettato la richiesta, consigliata dall’associazione e realizzata dal comune di San Benedetto di revisione della Valutazione di Impatto Ambientale Regionale che avrebbe bloccato definitivamente la procedura. Proprio sulle valutazioni redatte dai tecnici nella procedura abbiamo rilevato gravi lacune e omissioni alle quali se ne sono aggiunte di ancora più eclatanti. Su tale materia l’associazione con i cittadini e il supporto dell’avvocato Canafoglia dell’Unione Nazionale Consumatori sta per depositare in diverse Procure un Esposto Penale sottoscritto da migliaia di cittadini. L’esposto serve a tutelarci ulteriormente qualora la burocrazia ministeriale volesse forzare l’autorizzazione dello stoccaggio nonostante che tutto il territorio sia contrario. Inviteremo pertanto, come nostro costume, i Candidati Sindaci che concorreranno alle elezioni municipali di San Benedetto del Tronto. Perché ribadiscano l’unità della citta e del territorio nel respingere lo stoccaggio”.

Anche l’associazione Albergatori Riviera delle Palme si congratula per il risultato: “Rinnoviamo il nostro totale appoggio all’associazione Ambiente e Salute nel Piceno in questa battaglia, da vincere per il bene futuro della nostra amata città e soprattutto dei nostri figli”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 195 volte, 1 oggi)