ASCOLI PICENO – Il giudice del Tribunale di Ascoli Piceno Enza Foti ha condannato la Repubblica Federale di Germania a risarcire la somma di 636 mila euro agli eredi delle ‘vittime secondarie’ dei crimini di guerra ai danni di Guido Spinozzi, Neutro Spinozzi, Mariano Vulpiani, Bruno Alessandri. La notizia è stata riportata dall’Ansa.

Nella nota si legge che la Germania era stata chiamata in giudizio dai familiari attraverso l’avvocato Lucio Olivieri quale “ente succeduto al Terzo Reich” per “i crimini e i fatti di reato commessi dai soldati tedeschi nel 1944 nella provincia di Ascoli Piceno”, ritenuti dai denuncianti “crimini contro l’umanità”.

La Germania non si è costituita nel procedimento, non riconoscendo la giurisdizione italiana sul caso. Il giudice Foti l’ha quindi dichiarata contumace e ha basato la decisione essenzialmente sulla produzione di atti dei ricorrenti, provenienti dall’Archivio di Stato.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 527 volte, 1 oggi)