Dal numero 1066 di Riviera Oggi.

Scritte sui muri, intonaco staccato, pareti che mostrano pitture di differenti tonalità, vernice scrostata sul tetto, ruggine e rami che pendono dalla ferrovia. E’ la descrizione nuda e cruda del pontino di Viale Secondo Moretti, situato nel pieno centro cittadino a pochissimi metri da Piazza Giorgini.

Degrado a tutti gli effetti che riguarda l’intera città, ma che viene rappresentato alla perfezione dalla condizione delle aree più ammirate e frequentate.

A stupire è soprattutto l’immobilismo di un’amministrazione che da anni annuncia interventi di pulizia senza mai inaugurarli davvero. A dirla tutta, gli ultimi in ordine di tempo a mettere mano alla struttura di Viale Moretti furono una decina di studenti, protagonisti il 10 ottobre 2014 di un gesto simbolico: muniti di pennelli e vernice – forniti dal Comune – restituirono parziale dignità al pontino, in attesa della riqualificazione vera e propria.

Nota di colore: in quell’occasione, l’articolo di Riviera Oggi presentò un titolo un po’ provocatorio: “Gli studenti si sostituiscono al Comune”. Non mancarono critiche e accuse di strumentalizzazione dell’episodio. Vedendo le condizioni in cui versa il pontino oggi, possiamo tranquillamente affermare che sbagliammo: fummo troppo teneri.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.401 volte, 1 oggi)