GROTTAMMARE – L’amministrazione comunale di Grottammare continua con l’attività del Progetto “Verde Sicuro” che vede la collaborazione sinergica dei tre assessorati che fanno capo a Stefano Troli (Qualità urbana), Daniele Mariani (Sostenibilità ambientale) e Lorenzo Rossi (Politiche contro la crisi).

In questo periodo si sta eseguendo la potatura dei 41 tigli di Via Cagliata e il reimpianto di 10 nuove essenze negli spazi lasciati vuoti a causa dell’abbattimento di piante malate. È un intervento a costo zero per le casse comunali in quanto si tratta del beneficio pubblico derivante dalla concessione di uno sportello unico per le attività produttive presso il vecchio incasato.

Sono in azione le due ditte incaricate dell’eliminazione dei fittoni delle palme morte a causa del Punteruolo rosso e abbattute nel corso degli ultimi anni; l’intervento, riguardante 52 fittoni collocati sul lungomare, all’interno dell’isola pedonale del centro, del giardino comunale e in altre zone del territorio, è propedeutico al reimpianto di 30 esemplari di Pheonix canariensis a cura della ditta Brutti Nicola.

Contestualmente sono state abbattute le 4 palme morte ormai da tempo situate in piazza Dante Alighieri. Anche in questo caso si tratta di un lavoro che precede la prossima riqualificazione della “Piazzetta dell’Angioletto” – che dovrà essere completata entro il 30 giugno prossimo a cura della ditta che sta eseguendo il Piano di recupero urbano di interesse pubblico riguardante l’ex “Albergo Italia” – e che comporterà un nuovo arredo e una nuova pavimentazione della piazza con l’eliminazione del doppio livello di calpestio.

Gli operai del Servizio Manutenzione stanno nel frattempo procedendo alla potatura delle palme del lungomare a partire dall’altezza dello Chalet Acquarius verso nord.

“Lo sforzo di quest’anno confermerà ai cittadini la centralità che questa Amministrazione ha dato al nostro patrimonio verde” dichiara il sindaco Enrico Piergallini. “I tempi sono quelli che sono ma, con una pianificazione puntuale e uno stanziamento ad hoc previsto anno dopo anno sin dal 2014, contiamo nei prossimi anni di intervenire su quasi tutti gli assi viari cittadini che presentano un arredo verde, di eliminare le situazioni maggiormente a rischio e soprattutto di curare le ferite lasciate sulla città dalla piaga del Punteruolo rosso”

Si comunica inoltre che il sottopasso ferroviario di via Ballestra è chiuso a causa di un urgente ed importante intervento di riparazione di un guasto alla conduttura dell’acqua potabile a cura della Ciip Spa. I lavori dureranno ancora alcuni giorni.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 231 volte, 1 oggi)