PESCARA – Cucine in pessime condizioni igienico-sanitarie, procedure di autocontrollo aziendale inosservate o mai predisposte, utilizzo di alimenti carenti di informazioni sulla rintracciabilità. E’ quanto hanno riscontrato i Carabinieri del Nas di Pescara in una serie di ispezioni in ristoranti etnici, fast food che preparano kebab e sushi wok di tutto l’Abruzzo.

A quanto riportato dall’Ansa, Il bilancio è di cinque attività sospese: due nel Chietino, una nel Pescarese, una nell’Aquilano e una nel Teramano. 650 chilogrammi di alimenti sono stati sequestrati, per un valore commerciale di 40 mila euro. 27 infrazioni sono state accertate e sono state applicate sanzioni per 35 mila euro.

Gli accertamenti del Nas sono avvenuti con l’intervento del personale del Dipartimento di prevenzione delle Asl.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 638 volte, 1 oggi)