L’assessore alle politiche ambientali del Comune di Cupra Marittima dott.ssa Roberta Rossi, esorta ciascuno di noi ad astenersi dall’utilizzare il termine bastardi, riferendosi ai cani meticci, il cui diminutivo non cambia l’accezione negativa del termine.

In un epoca in cui, si cerca di essere attenti ad usare corrette definizioni per riferirsi a determinate professioni, problemi di salute,  etnie, sarebbe il caso secondo Rossi, di rivedere anche quella attribuita ai nostri amici a quattro zampe.

Dichiara l’assessore: “I meticci sono esseri meravigliosi che nascono da cocktail sempre diversi, che assicurano l’unicità del prodotto finale. Si ricorda per giunta, a chiunque avesse l’intenzione e la possibilità di prendere con sé un cane, di tenere in considerazione l’idea di adottarne uno dal canile. Infatti nel nostro canile comunale posto in località Quercia Ferrata di Ripatransone, ci sono tantissimi tenerissimi esemplari pronti a donare e ricevere tenerezze”.

“Proprio per favorire tale pratica – continua Roberta Rossi – da alcuni giorni è attivo sul sito web del Comune di Cupra Marittima il link correlato all’associazione di volontariato onlus, operante da anni sul nostro territorio “L’amico fedele”, così da poter trovare tutte le foto e le relative informazioni sui diversi cani presenti nel canile e le modalità per l’adozione. L’invito è quello di visitare le pagina , rischiando di farsi rapire da qualche sguardo languido”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)