ANCONA – Week end memorabile per la Collection Atletica Sambenedettese quello appena trascorso. Protagonista principale ancora lei, Emma Silvestri, che ha siglato il nuovo record italiano nei 1000 metri Cadette con 2’57”75, cancellando il precedente che durava da 30 anni.

Il record è avvenuto in occasione della Coppa Giovani svoltasi domenica 21 febbraio presso il Palaindoor di Ancona e che ha visto trionfare la Collection Atletica Sambenedettese con 983 punti davanti alla Sangiorgese (766 punti) e l’Atletica Osimo (711 punti) in una competizione alla quale hanno partecipato oltre 70 club provenienti da tutta Italia.

La performance di Emma Silvestri ha dei contorni ancor più esaltanti se si considera che l’atleta allenata da Patrizia Bruni ed Anna Mancini è arrivata al traguardo in completa solitudine, dato che la seconda è giunta a ben 24 secondi di distacco, e che ha dovuto doppiare ben 10 atlete durante la sua gara, fatto che l’ha frenata ed ostacolata.

La vittoria della Collection Atletica è stata assicurata grazie ai numerosi successi conseguiti sia dagli atleti della categoria Ragazzi che nella categoria Cadette:  Edoardo Giommarini (asta Cadetti), Alessandro Caccini (lungo Cadetti), Emma Silvestri (1000 metri Cadette), Arianna Bruno (60 metri ad ostacoli Cadette), Anthea Pagnanelli (200 metri Ragazze), Giorgia Di Salvatore (peso ragazze) e staffetta 4 x 1 giro Ragazze e Ragazzi. Oltre a ciò, una pioggia di primati sociali e personal best.

Il week end era già iniziato nel migliore dei modi sabato 20 con il meeting nazionale indoor, che ha visto il velocista Ausonio Assenti realizzare una vera e propria impresa: l’atleta Orange ha abbattuto il fatidico muro dei 7 secondi nei 60 metri centrando in batteria il nuovo primato sociale con 6”95 e migliorandosi di ben 10 centesimi, a soli 3 centesimi dal minimo per i Campionati italiani assoluti. Una grandissima prestazione di Assenti che fa ben sperare per la sua stagione all’aperto.

Infine, una particolare menzione va a Carlo Sebastiani che, all’ età di 58 anni, ha sbriciolato il record sociale assoluto del peso al coperto con la misura di 11.30. L’atleta master, più volte medagliato ai Campionati italiani di categoria, è un esempio di abnegazione, umiltà e dedizione ad una disciplina già praticata sin dall’età di 14 anni e che lo vede ancora gareggiare con uno spirito da ragazzino.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 269 volte, 1 oggi)