NERETO – Dopo l’operazione congiunta di Guardia di Finanza e Capitaneria di Porto che ha portato alla chiusura di tre fabbriche, gestite da cinesi, che sversavano nel fiume Vibrata scarichi non autorizzati e impiegavano in nero 17 dipendenti, arriva una nota di Forza Nuova Teramo.
“Forza Nuova ha sempre puntato il dito contro i danni causati dalle aziende cinesi e contro le illegalità che troppo spesso sono state tollerate da una politica piu’ impegnata a mostrarsi accogliente nei confronti di cittadini stranieri che solidale verso i propri connazionali” commenta Michele Fiorita, vice coordinatore regionale di Forza Nuova.

“Non possiamo che ritenerci soddisfatti per il sequestro di due aziende accusate di reati ambientali e lavoro nero – continua Fiorita – Ciò dimostra per una volta che la legge italiana deve essere rispettata anche da chi nella nostra nazione è ospite”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 320 volte, 1 oggi)