SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel centrodestra tornano di moda le primarie. A proporle stavolta è un esponente di Forza Italia, Luigi De Scrilli, che vede nelle consultazioni di coalizione l’unica possibilità di uscita dalle attuali divisioni.

“Se la situazione si cristallizzasse in questa maniera, la tornata elettorale si tradurrà in una sicura sfida tra centrosinistra e Movimento 5 Stelle”, dichiara il componente del coordinamento cittadino azzurro.

Necessaria quindi l’organizzazione in tempi rapidi di un un ‘selection day’, nel quale scegliere tra Pasqualino Piunti, sostenuto da Forza Italia e Ncd, e Massimiliano Castagna, nome sposato da Lega e Fratelli d’Italia.

“Anche se non fa parte della nostra cultura, tale strumento è già stato utilizzato in altre città ed è idoneo ad evitare la spaccatura del centrodestra al fine di aggregare l’area dei moderati e arrivare così al ballottaggio per il governo della città. Questo strumento di partecipazione, pur prestando il fianco a problematiche che devono essere sciolte, rappresenta l’ultima chance per individuare un candidato sindaco condiviso una volta che è miseramente naufragata, per mere beghe personali, l’ipotesi di sceglierlo attorno a un tavolo. Non abbiamo molto tempo per organizzarle ma deve essere ben chiaro che qualora si facessero, una volta che i cittadini sambenedettesi avranno scelto il loro candidato sindaco, non ci saranno vincitori e vinti ma solo protagonisti di un’unica squadra che vuole il rilancio della nostra città”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 456 volte, 1 oggi)