TERAMO – “Sempre massima attenzione della Polizia di Stato alle categorie sociali protette anche per quanto riguarda il deprecabile fenomeno della sosta irregolare negli stalli riservati agli invalidi, ovvero della occlusione degli scivoli presenti nei marciapiedi per favorire il transito delle carrozzine”. Questa è la nota diramata dalla Questura di Teramo.

I Poliziotti di Quartiere hanno attenzionato la problematica a Teramo elevando, nel periodo luglio-dicembre 2015, cinquantasette contravvenzioni al Codice della Strada per parcheggio abusivo di stallo riservato agli invalidi e 32 per sosta di veicolo che ostruiva lo scivolo che consente il transito  di carrozzine.

Per quanto riguarda il primo blocco di contravvenzioni, si segnala che sono stati riscontrati permessi per invalidi scaduti da oltre due anni e, addirittura, un intestatario era deceduto da tempo. Infatti i Poliziotti hanno accertato, a proposito di contrassegni per sosta invalidi,  che alcuni automobilisti si erano anche trasferiti in altre cittadine e, pertanto, eludevano anche la notifica della contravvenzione effettuata all’indirizzo connesso al rilascio del detto contrassegno.

Inoltre, nella quotidiana attività di prevenzione e controllo del territorio appiedata, sono stati sanzionati 46 automobilisti per “sosta selvaggia” in doppia fila, parcheggi riservati al carico-scarico, e 52 verbali sono stati elevati per il generico divieto di sosta.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 244 volte, 1 oggi)