PEGORIN 7 In avvio la conclusione di Bartolini lo vede sulla traiettoria anche se la palla sfiora la parte alta della traversa. Autentico miracolo su Rossoni.

MONTESI 6 Solita partita gagliarda nonostante, come risaputo, giochi nella fascia non a lui ideale.

FLAVIONI 6 Qualche sbavatura nel primo tempo, per il resto conduce una gara guardinga.

BARONE 6,5 Il super-gol di domenica scorsa deve averlo galvanizzato, perché torna a giocare ai livelli pre-natalizi. Lanci, assist, e buona interdizione. Calcia la punizione e il corner dal quale nascono i due gol.

SALVATORI 6 Ha un po’ sofferto gli uno contro uno di Bartolini, giocatore potente ed esperto.

CONSON 7 I suoi interventi sono sempre precisi e puntuali, sia quando anticipa, sia quando attende. Insipiegabile come ad inizio stagione sia stato schierato in panchina. Finalmente segna anche un gol, lo meritava.

TITONE 6,5 Impiega tempo per carburare, soltanto alla fine del primo tempo arriva finalmente alla conclusione. Anche nella ripresa non riesce ad incidere con i suoi “strappi” palla al piede capaci di aprire le difese avversarie. Poi, quando gli avversari si stancano e vanno sotto di due gol, ritorna ad essere il folletto imprendibile e sfiora la rete in diverse occasioni

SABATINO 6,5 Torna in campo dopo la squalifica ma sembra pagare il mini-break di 15 giorni senza giocare. Diventa il più pericoloso in avvio di ripresa con i suoi inserimenti sulla corsia destra. Fondamentale il suo assist aereo che consente a Sorrentino di segnare l’1-0.

SORRENTINO 6,5 Tanto impegno, come sempre, ma come spesso capita gioca spalle alla porta. Quando invece ha la possibilità di retrocedere a prendere palla a centrocampo, fa capire davvero che è una seconda punta dotata di buone prospettive future. Mette però il marchio decisivo da centravanti opportunista con la rete del vantaggio, su preciso assist di Sabatino.

PALUMBO 6,5 Opaco nei primi 45 minuti, quando non riesce mai nella sua specialità, il dribbling stretto sul suo marcatore. Nella ripresa va a fiammate fin quando, nel finale, diventa nuovamente imprendibile.

RAPARO 5,5 E’ probabile che il suo ruolo ideale sia quello di regista centrale e non di interno. Alcune buone giocate ma anche un po’ di confusione.

GAVOCI sv Per lui prima presenza in maglia rossoblu, fa ammirare alcune buone doti tecniche.

CANDELLORI sv Esordio al Riviera delle Palme.

CASAVECCHIA sv Al posto di Barone, nell’inedito ruolo di regista arretrato.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.270 volte, 1 oggi)