SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Paolo Perazzoli si scaglia contro le sagre e i mercatini in centro: “Non siamo un paese dell’entroterra e non serve inventarsi delle sagre ogni giorno per attirare la gente. Un tempo eravamo la prima località turistica delle Marche e torneremo ad esserlo, ma dobbiamo tenere alta la qualità. Ben vengano poche iniziative, però di buon livello”.

Il candidato alle primarie del Pd non cita casi specifici, così come nel caso di alcune fiere giudicate una replica del mercato del martedì e del venerdì: “Sono d’accordo con i mercatini di artigianato locale e caratteristici, per il resto si abbia il coraggio di dire di no”.

Nel corso dell’incontro presso il Circolo Mare Bunazz, Perazzoli ha anche chiamato in causa l’area del faro, esprimendo la volontà di far tornare la proprietà del perimetro al Comune di San Benedetto: “Dentro al faro ci sono quattro appartamenti che potrebbero essere usati dalla collettività”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.860 volte, 1 oggi)