SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il centrodestra si spacca in tre. Dopo la fuoriuscita di Giorgio De Vecchis da Fratelli d’Italia e la conseguente formazione della civica Orgoglio Sambenedettese, arriva un’altra doccia gelata per Pasqualino Piunti, che perde per strada anche la Lega e lo stesso partito di Giorgia Meloni.

L’ufficialità arriva dalla convocazione di una conferenza stampa per sabato mattina, dove i due movimenti politici presenteranno il loro candidato sindaco. Con tutta probabilità si tratterà di Massimiliano Castagna, individuato dai segretari regionali Luca Paolini (Lega) e Carlo Ciccioli (Fdi) come il leader ideale per conquistare il Municipio di San Benedetto.

Lega e Fratelli d’Italia rispolverano pertanto il ticket proposto in occasione delle passate Regionali, quando si ribellarono all’alleanza con l’ex governatore Gian Mario Spacca.

La decisione coglie di sorpresa Forza Italia, che aspetta di conoscere i contenuti dell’incontro con la stampa per attuare una contromossa. Il confronto tra berlusconiani, leghisti e meloniani non è mai avvenuto e la presentazione del candidato alternativo dovrebbe porre la parola fine ad ogni tentativo di riappacificazione.

Qualora andasse davvero diviso, il centrodestra si rassegnerebbe ad un ennesimo tracollo elettorale. A meno che, come mormora qualcuno proprio tra le fila di Forza Italia, non si decida di assecondare gli alleati, con annesso ritiro di Piunti. Scenario ad oggi improbabile, ma non impossibile.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.164 volte, 1 oggi)