CONTROGUERRA – Blitz dei carabinieri in una abitazione isolata nelle campagne. Nell’operazione sono stati rintracciati e denunciati tre albanesi, ritenuti autori di numerosi furti commessi in abitazioni sia in Val Vibrata che nella vicina provincia di Ascoli Piceno.

Nello specifico, i carabinieri delle stazioni di Corropoli e di Sant’Egidio alla Vibrata, hanno effettuato una perquisizione all’interno di un casolare nelle campagne di Controguerra, occupato da cittadini albanesi. Nel corso del blitz, sono stati identificati e denunciati in stato di libertà tre albanesi pregiudicati, E.B, classe 1986, residente a Controguerra, in regola con il permesso di soggiorno, ritenuto il basista per la zona, E.P, classe 1990 e M.T, classe 1989. Questi ultimi sono clandestini, senza fissa dimora in Italia e già noti alle forze dell’ordine.

La perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire televisori, oro, orologi, computer, tablet, smartphone, tv e macchine fotografiche. Tutta merce proveniente da precendeti furti in abitazioni di Ancarano, Controguerra, Torano e Appignano del Tronto.

Una parte della refurtiva, del valore di circa 20mila euro, è stata restituita ai legittimi proprietari. Indagini in corso per individuare gli altri proprietari di orologi, tv, computer che sono a disposizione presso la stazione dei carabinieri di Corropoli.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 824 volte, 1 oggi)