TERAMO – Si è finto cliente in un affollato negozio di intimo, che fa parte di una catena nazionale, per approfittare della momentanea distrazione di una commessa intenta a servizi con altre persone: si è così appropriato del telefono aziendale della donna, allontanandosi in fretta, cercando di confondersi tra i  molti cittadini che nel pomeriggio del 23 gennaio passeggiavano lungo Corso San Giorgio a Teramo.

Non appena accortasi del furto, la giovane commessa ha segnalato al 113 l’accaduto e ha fornito una sommaria descrizione del possibile autore.

E’ stato così che una pattuglia della Polizia è riuscita a rintracciare un uomo che verosimilmente corrispondeva alla descrizione nei pressi della stazione ferroviaria di Teramo, da cui poco dopo sarebbe partito per allontanarsi.

Dopo qualche timido tentativo di negare ogni addebito, D. Z. R. (31enne residente a Pineto) ha dovuto ammettere le proprie responsabilità e i poliziotti hanno recuperato il telefono cellulare, poi restituito alla commessa.

Per l’uomo, già in passato resosi responsabile di reati predatori e altro, è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato e nei suoi confronti è stato adottato il Foglio di Via Obbligatorio con la conseguente impossibilità di fare rientro nel territorio comunale di Teramo.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 681 volte, 1 oggi)