MARTINSICURO – Continuano a far sentire la propria voce gli operai della Veco, la storica fonderia di Martinsicuro al centro di problematiche di carattere ambientale.

Dopo l’ultima conferenza dei servizi in Regione, si è aperto qualche spiraglio riguardo l’ottenimento dell’AIA (autorizzazione integrata ambientale) che di fatto farebbe ripartire la produzione.

L’azienda ha iniziato i lavori di adeguamento degli impianti, ma il tempo stringe e bisogna tornare a lavorare il prima possibile. Così, nella mattinata di sabato 23 gennaio, gli operai e le rappresentanze delle principali sigle sindacali si sono dati appuntamento davanti al piazzale della Veco per poi muoversi in corteo lungo via Roma, fino a piazza Cavour. L’obiettivo è quello di continuare a tenere alta l’attenzione sulla vicenda e fare la giusta pressione affinchè enti e proprietà risolvano la situazione in tempi brevi, permettendo agli 80 operai di tornare a lavorare.

“Respingiamo i tentativi di strumentalizzazione e di speculazione sull’area Veco – è il coro unanime degli operai – invitiamo gli enti preposti a concludere in tempi brevi l’iter per le autorizzazioni ambientali e alla proprietà della Veco di rispettare le prescrizioni e gli accordi sindacali.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 453 volte, 1 oggi)