SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il coordinamento “Agende 21” locali, in collaborazione con il Comune di San Benedetto del Tronto, organizza un pomeriggio di formazione e approfondimento sul tema “Monitoraggio del Piano d’azione per l’energia sostenibile (PAES)” rivolta ai soci del coordinamento e agli stakeholder interessati.

L’iniziativa si terrà lunedì 25 gennaio, a partire dalle 14, nella sala consiliare del Municipio. L’obiettivo della giornata è duplice: da un lato si vuole fornire strumenti specifici che consentano ai funzionari della pubblica amministrazione di utilizzare un corretto approccio al percorso di monitoraggio del PAES, dall’altro si vuole aggiungere un’ulteriore dimensione al concetto di monitoraggio del PAES, portando l’attenzione su quegli aspetti riconducibili alla responsabilità civica.

Dopo i saluti dell’assessore alla gestione e allo sviluppo sostenibile del territorio Paolo Canducci, si aprirà il dibattito sul tema “Il monitoraggio del PAES: interlocutori, messaggi chiave da comunicare e strumenti” moderato da Federico D’Addario di EY Ernst & Young.

A seguire si terranno due laboratori su “La mappatura delle azioni del PAES: il monitoraggio come strumento di governance per rispondere al meglio alle esigenze dei cittadini” e “La georeferenziazione delle azioni del PAES: il monitoraggio come processo inclusivo per accrescere l’accountability”. Le conclusioni saranno affidate a Daniela Luise del coordinamento “Agende 21” locali.

“E’ il primo di una serie di iniziative itineranti – spiega l’assessore Canducci – che si svolgeranno nei Comuni che aderiscono al coordinamento. A San Benedetto si affronterà la questione del monitoraggio, una parte molto importante del processo relativo al Piano in quanto una valutazione periodica seguita da un adeguato suo adattamento permette di intraprendere un miglioramento continuativo del processo con la collaborazione di tutti i soggetti interessati. E la nostra città – conclude Canducci – avendo già redatto il piano e aderito nel 2013 al Patto dei sindaci che impegna amministratori locali e regionali ad aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti rinnovabili, è già da tempo impegnata nelle politiche per ridurre l’emissione di Co2 entro il 2020”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 117 volte, 1 oggi)