ANCONA – Non poteva esserci un esordio migliore per la stagione 2016 da parte della Collection Atletica Sambenedettese. Sabato 16 e Domenica 17 gennaio, nello splendido impianto Palaindoor di Ancona, si sono svolte le prime manifestazioni nazionali indoor che hanno visto protagonisti gli atleti Orange e in particolare Emma Silvestri, vincitrice del Tetrathlon nella categoria Cadette.

L’atleta allenata da Patrizia Bruni e Anna Mancini  ha stabilito la migliore prestazione italiana di categoria con il punteggio di 3020 punti, frantumando il precedente record di 2718 punti, stabilito da Roberta Mazzola nel 2014. Ecco i parziali del prodigioso record :  9”34 nei 60 metri ad ostacoli, 8.57 nel peso, 1,44 nel salto in alto e soprattutto uno strabiliante 57”96 nei 400 metri che ha mandato in visibilio il pubblico dell’impianto dorico e soprattutto genitori, atleti e dirigenti della Collection Atletica.

A livello Cadetti, sempre nel tetrathlon, altro successo di un atleta della Collection. Si tratta di Alessandro Caccini, che ha dominato la competizione sin dalla prima gara, primeggiando con 2356 punti e distanziando il secondo classificato Vena dell’Atletica Rimini di ben 333 punti. Questo successo ha avuto un risvolto quasi da film thriller poiché Caccini era inizialmente caduto nella prima prova dei 60 metri ad ostacoli, procurandosi delle abrasioni.

Mentre veniva soccorso e prontamente medicato, è stato annunciato che la gara doveva essere ripetuta a causa di un’anomalia tecnica. L’atleta, ancora malconcio a causa della rovinosa caduta, si è ripresentato ai blocchi di partenza vincendo nettamente la gara e segnando l’eccellente crono di 8”75, con il quale ha polverizzato il suo precedente personal best di 10”10 e ha trasformato l’ incubo appena vissuto in una gioia smisurata.

Altra grande protagonista di un week end da incorniciare è stata Martina Aliventi, ex atleta di ginnastica artistica che dallo scorso anno ha deciso di dedicarsi all’atletica leggera. La talentuosa Junior allenata dal Prof. Francesco Butteri ha conseguito il minimo per i Campionati italiani di categoria in due specialità: il sabato è giunta seconda nel salto in lungo con il suo personale di 5,45, che la candida a svolgere un ruolo da protagonista nella rassegna nazionale, mentre il pomeriggio di domenica 17 ha siglato un eccellente 7”85 nei 60 metri, il migliore di sempre della storia dell’atletica sambenedettese al coperto.

Da segnalare inoltre nella giornata di sabato l’ottimo esordio del pluricampione italiano John Mark Nalocca, atleta della Collection attualmente in forza ai Carabinieri, che ha vinto i 60 metri ad ostacoli con 8”06. Alle sue spalle il compagno di allenamenti Andrea Pacitto, che ha siglato il suo personale con 8”51, conseguendo anch’egli il minimo per i Campionati italiani di categoria.

Infine tre speciali menzioni vanno al velocista e tecnico della Collection Ausonio Assenti, che si è migliorato nei 60 metri con 7”15, al mezzofondista Allievo Lorenzo Corsini, che ha ritoccato nettamente il suo personal best nei 1000 metri con 2’41”27,  e all’astista Edoardo Giommarini, che con 3,05 ha incrementato di ben 45 cm il suo personale.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 320 volte, 1 oggi)