SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Pieno rispetto delle regole”. L’amministrazione comunale risponde piccata alle accuse di Orgoglio Sambenedettese, che ha denunciato il “frazionamento artificioso della spesa prevista per la riqualificazione del primo tratto del lungomare nord”.

Il Comune informa che le gare sono state due perché distinti sono i lavori da svolgere: una gara ha riguardato i sottoservizi (fogne e acqua potabile), classificati nella categoria OG6 del Codice degli appalti, un’altra ha riguardato la riqualificazione superficiale, afferente alla categoria OG3 (lavori stradali e marciapiedi). “La vicinanza temporale tra le due procedure – si legge in una nota ufficiale – si è verificata per due concomitanti circostanze: da un lato, uno slittamento dei tempi per la gara su acqua e fogne per trovare le necessarie intese tecniche con CIIP (tanto è vero che, per ridurre i tempi, i due lotti originari per la categoria di lavori OG6 sono stati poi inseriti in un’unica procedura di gara), dall’altro, un’accelerazione dei tempi per la seconda gara per non dover affidare la stessa alla Centrale Unica di Committenza istituita in Provincia, passo obbligatorio dal 1° novembre scorso e che avrebbe comportato, viste anche le attuali difficoltà di avvio del servizio,  un notevole slittamento dei tempi”. Per ciascuna gara sono state invitate circa 15 ditte, un numero ben superiore al minimo per legge, e le aziende invitate ad una gara erano diverse da quelle invitate a partecipare all’altra.

“Le squadre giocano ma gli arbitri non si toccano – dichiara il sindaco Giovanni Gaspari – sono legittime le aspettative di chiunque ad aspirare a un ruolo politico, anche attraverso dichiarazioni che “facciano notizia”, non sono ammissibili illazioni tendenti a gettare ombre sull’operato delle professionalità che operano in Comune. Chi ha qualcosa da dire lo faccia formalizzando le proprie accuse nelle competenti sedi. Ma si sappia una volta per tutte: qualsiasi azione svolta in questo Comune ha come riferimento due cardini fondamentali, il rispetto della legalità e l’interesse dei cittadini”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 696 volte, 1 oggi)