SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quattro nuove fermate per i treni. Le propone Paolo Perazzoli, ritenendo indispensabili le soste all’altezza del Comune di San Benedetto, in zona Ragnola, all’Agraria e di fronte al Comando dei Carabinieri.

“Bisogna incoraggiare i cittadini ad andare in bicicletta e in treno – afferma l’ex consigliere regionale nel corso dell’incontro con gli elettori a Porto d’Ascoli – se in estate da Ascoli si vuole andare al mare si è obbligati a scendere alla Stazione di San Benedetto o di Porto d’Ascoli e fare un chilometro a piedi. Uno a quel punto prende la macchina”.

La lotta all’inquinamento sarà una priorità della prossima amministrazione. A tal proposito, Perazzoli annuncia che – qualora venisse eletto – rimetterà in moto la pratica del lavaggio settimanale delle strade. L’iniziativa è recentemente andata in scena a Milano, proprio nei giorni del blocco del traffico causato dall’allerta smog.

Rimanendo a Porto d’Ascoli, domenica scorsa il quartiere “centro” ha rinnovato la fiducia ad Elio Core, rieleggendolo alla presidenza. Pur senza nominarlo direttamente, Perazzoli accenna alla modifica del regolamento dei Comitati di quartiere, bocciando categoricamente la pratica dell’elezione diretta: “Vanno cambiate le norme, con la nomina diretta si creano dei mostri. Si litiga più nei Comitati che in Consiglio Comunale”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.177 volte, 1 oggi)