TORTORETO – I Ris di Roma hanno isolato tracce di liquido seminale dai vestiti di Giulia Di Sabatino, la 19enne morta sull’A14 all’altezza di Mosciano, dopo un salto nel vuoto da un cavalcavia.

Potrebbe essere un passaggio importante nell’inchiesta sulla sua morte, avvenuta nella notte tra il 31 agosto e il 1 settembre.

Il caso è stato trattato nuovamente durante la trasmissione di Rai3 “Chi l’ha visto?”.

Questo nuovo elemento lascia presagire che quella notte, prima di morire, Giulia possa avere avuto un rapporto sessuale con un uomo.

In studio erano presenti il papà, Luciano, e l’avvocato Antonio Di Gaspare.

La Procura di Teramo, infatti, all’indomani della morte di Giulia Di Sabatino aveva aperto un fascicolo per istigazione al suicidio.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.908 volte, 1 oggi)