SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con appena tredici voti di vantaggio, Elio Core si riprende il quartiere di Porto d’Ascoli Centro. Il presidente ha ottenuto 367 preferenze, rispetto alle 354 conquistate dal rivale Valter Amante. Terzo posto per Antonio Core (64), davanti a Pasqualino Ruggieri (33), Romolo Talamonti (20), Massimo Strozzieri (19), Gabriele Amabili (16), Gian Andrea Ferretti (7) e Giuliano Del Prete (6). Quest’ultimo è l’unico a non risultare eletto.

Altissima l’affluenza ai seggi: su 3.412 aventi diritto, i votanti sono stati 905. Nonostante le difficoltà, Core migliora comunque il dato delle elezioni di un anno fa, quando trionfò a mani basse con 333 schede a favore. “E’ una vittoria sofferta, ma comunque una vittoria”, commenta lui. “Ha un significato molto importante, c’è stata una grande partecipazione, la gente segue le vicende del quartiere e voleva la ricostituzione del Comitato. Dopo la mia defenestrazione a luglio, gli stessi cittadini mi hanno riconfermato fiducia. Avevo contro tutti”.

In estate tre quinti del Comitato si erano dimessi a causa di profonti dissidi con Core. La vicepresidente Manuela Casciotti, il segretario Giampietro Lucadei e il consigliere Natale Reda denunciarono “metodi dittatoriali” da parte del presidente e “insanabili divergenze di opinione col presidente, sia in merito all’interpretazione delle sue funzioni sia in merito al comportamento tenuto dallo stesso presidente nell’approccio con gli abitanti del quartiere”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.260 volte, 1 oggi)