SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La scomparsa di Pietro Paolo Menzietti ha destato sentito cordoglio in tutta San Benedetto. Di seguito pubblichiamo alcuni dei commenti sulla sua figura e sulla sua scomparsa.

PAOLO PERAZZOLI, EX SINDACO SAN BENEDETTO: “Ci ha lasciati Pietro Paolo Menzietti, un amico e un protagonista vero della vita politica del nostro territorio. Paolo era un uomo appassionato che ha sempre inteso la politica nel suo senso più alto e bello, non cedendo mai alla tentazione del conformismo del potere e coltivando il gusto per il confronto delle idee e non delle persone. Si è sempre messo a disposizione e al servizio della nostra comunità e della nostra città; da dirigente del PCI, amministratore comunale e provinciale, fino al parlamento nella Camera dei Deputati, non rinunciando mai a quella voglia di contribuire al suo progresso e alla sua crescita. A progettare un futuro migliore per tutti.
Era un Uomo franco e diretto, forte delle proprie convinzioni politiche ed appassionato nella discussione. Questo negli anni ci ha fatto attraversare momenti di grande condivisione ed anche di scontro vero, ma senza che venisse mai meno quella base di profonda stima e reciproco rispetto che ci si accorda quando si incontrano Uomini e protagonisti veri come Paolo ha saputo essere, fino all’ultimo. 
Ci mancherà molto e volevo lasciagli un saluto”.

PIETRO COLONNELLA, EX PRESIDENTE PROVINCIA ASCOLI PICENO: “Purtroppo è mancato Pietro Paolo Menzietti.Una delle menti più lucide del centrosinistra sambenedettese e piceno.Una personalità aperta, curiosa, innovativa, antidogmatica, unitaria. Caro Paolo riposa in pace e grazie per tutti gli insegnamenti di una vita politica trascorsa insieme”.

MARGHERITA SORGE, ASSESSORE COMUNE SAN BENEDETTO: “Ci ha lasciato una delle figure più autorevoli della politica sambenedettese, alla quale tutti noi tanto dobbiamo. Rigoroso, integerrimo, rottamatore ante litteram ebbe l’autorevolezza e l’onestà intellettuale di fare un passo indietro per lasciare spazio alle nuove generazioni. Rappresenterai per me sempre un esempio da seguire”.

ANTIMO DI FRANCESCO, SEGRETARIO PROVINCIALE PD: “Con la scomparsa di Pietro Paolo Menzietti perdiamo una delle figure di maggiore spessore della politica locale e nazionale che ha sempre svolto il proprio ruolo con passione serietà coerenza autorevolezza e onestà, con lungimiranza e con lo sguardo sempre rivolto alle nuove generazioni. Un esempio per tutti noi da seguire, un vero e autentico protagonista della vita politica del nostro territorio”.

FRANCESCO COMI, SEGRETARIO REGIONALE PD:  “Con la scomparsa di Pietro Paolo Menzietti perdiamo un amico, un compagno, un professionista della politica. La sua dipartita lascia in tutti noi un grande vuoto e un profondo dolore. Menzietti è stato una figura di primo piano della politica locale e nazionale. Una personalità molto aperta e innovativa, legata alle correnti riformiste e vicino a figure quali Giorgio Napolitano, Gerardo Chiaromonte, Giorgio Amendola e Marcello Stefanini, segretario regionale del Pci. Curioso, amante della cultura e del cinema, negli ultimi anni era stato anche presidente della Fondazione Libero Bizzarri. E, ancora, di recente, in occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale, aveva lavorato ad un progetto sulla Grande Guerra, curando diverse iniziative e realizzando un sito web dedicato (www.lemarcheelagrandeguerra.it), con un minuzioso lavoro di ricerca e di approfondimento storico, restituendo alla comunità marchigiana un grande archivio di immagini, informazioni e documentazioni sul tema. Un’esperienza multisfaccettata la sua, con cui ha sempre dimostrato dedizione e attaccamento al suo territorio e alla sua comunità. Un esempio per noi da custodire in eredità”.

FABIO URBINATI, CONSIGLIERE REGIONALE PD: “Sinceramente è difficile trovare le parole quando viene a mancare una persona a cui devi molto. Tutti sentiremo la mancanza di Pietro Paolo Menzietti, la sua onestà, la sua lungimiranza e la sua passione politica hanno caratterizzato per anni la storia politica di San Benedetto e di tutto il Piceno! Addio Onorevole Menzietti, ti saremo grati per sempre”.

KATIUSCIA CHIAPPINI, VICERESPONSABILE PROVINCIALE FORZA ITALIA: “Eravamo politicamente lontani ma non mancò di esprimere pubblicamente il suo apprezzamento per un “pensiero” che scrissi sul mio blog di Riviera Oggi. Fu bello confrontarsi su un nostro amore comune: San Benedetto. La scomparsa di Pietro Paolo Menzietti è una grave perdita per la città. Un uomo e un riferimento politico di grande spessore. Rarità, ormai”.

FONDAZIONE LIBERO BIZZARRI: “Una grave perdita quella di Paolo Menzietti: uomo di grande valore spirituale ed intellettuale, una mente aperta alle innovazioni e alle trasformazioni ad ogni livello. Sempre pronto a spendersi per quello in cui credeva. Socio Fondatore e punto di riferimento della Fondazione Libero Bizzarri. Un caro amico ci lascia e c’è tanta tristezza per questo”.

LUIGI DE SCRILLI, COMPONENTE COORDINAMENTO CITTADINO FORZA ITALIA: “Sono veramente addolorato per la scomparsa di Pietro Paolo Menzietti. Ebbi modo di conoscerlo, grazie alla nipote Giovanna Benigni, quando ricoprii la carica di Presidente dei giovani rotariani e lo contattai, nonostante fosse “un compagno”, per organizzare a San Benedetto del Tronto un incontro con l’ex giudice Ferdinando Imposimato (è stato infatti giudice istruttore dei più importanti casi di terrorismo, tra cui il rapimento di Aldo Moro del 1978, l’attentato al papa Giovanni Paolo II del 1981, l’omicidio del vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Vittorio Bachelet e dei giudici Riccardo Palma e Girolamo Tartaglione) eletto nel 1987 come indipendente di sinistra, nelle liste del Partito Comunista Italiano al Senato della Repubblica e che all’epoca era anche consulente legale dell’ONU nella lotta alla droga. Mi invitò a casa sua (o forse era a casa di Giovanna Benigni, non ricordo) e nel dialogare si mostrò cortese e sinceramente disponibile a realizzare la mia iniziativa, nonostante sapesse della mia non appartenenza alla sua area politica. Mi congedò non promettendomi nulla ma assicurandomi che avrebbe fatto il possibile. Dopo qualche settimana mi contattò e mi disse che l’incontro si poteva fare e lo facemmo nella nostra città, in una bellissima conviviale congiunta Rotaract e Rotary dove il giudice Imposimato espose una ricca relazione sul tema della lotta alla droga. Sono ancora grato a Pietro Paolo Menzietti per avermi aiutato, ma per lui era naturale e caratteriale aiutare le persone – anche chi non la pensava come lui – perché era un vero POLITICO che amava essere al servizio delle persone bisognose. Oggi sarebbe impossibile replicare una simile iniziativa dove uno di centrosinistra aiuta uno di centrodestra. I tempi sono purtroppo cambiati, i bravi politici come Menzietti non ci sono più e la nostra città è sempre più povera. Sentite condoglianze alla sua famiglia”.

TONINO CAPRIOTTI, VICESEGRETARIO PD SAN BENEDETTO: “Sempre sul pezzo con lucidità ed in modo costruttivo. Giovane dentro e progressista nel cuore, le chiacchierate con lui sono sempre state una lezione. un grande Politico”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.464 volte, 1 oggi)