SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche il Movimento Cinque Stelle di San Benedetto entra nel merito della discussione circa lo stadio Ballarin, che torna d’attualità per l’intenzione dell’amministrazione comunale di demolirne i fatiscenti gradoni.

“Che grinta questa amministrazione comunale, che muscoli – ironizza il M5S – Oppure disperazione?  Disposta addirittura ad affrontare l’esercito pur di abbattere lo stadio Ballarin: “Ma cosa accadrà mai agli attuali amministratori se non dovessero riuscire in questo intento decennale?

Sono 10 anni, infatti, che lo stadio Ballarin è tra le loro priorità e vedersi sfuggire la preda li irrita, tanto che, nell’attesa del desiderato abbattimento, in questi anni si sono coerentemente prodigati nel lasciarlo al più totale degrado e abbandono – si legge nella nota – Stato d’abbandono funzionale sia all’abituare i cittadini a identificarlo con un rudere, sia nello stimolare in loro la voglia di abbatterlo”.

Il M5S raccoglie la proposta da noi pubblicata e in fase di progettazione da parte del comitato “Salviamo il Ballarin”: “Qualcosa è andato storto, il comitato si è opposto al nulla e ha proposto un’alternativa che noi sosteniamo, incoerentemente con quanto enuncia da anni, chiude gli orecchi e rinnega anche una mozione da loro stessi emendata e approvata. Quanta falsità!: Così si tratta una città e i suoi cittadini? Ma chi si credono di essere: Dio in terra?”

E ancora: “Certo che avere 300 mila euro e spenderli per abbattere il Ballarin piuttosto che per riqualificarlo è proprio roba da Partito Democratico. Da sempre i “tristi” politici hanno cercato di lasciare la loro impronta sulle città che governavano e questa triste vicenda è l’esempio lampante di quale sia l’impronta che questa amministrazione intende lasciare e quale sia l’immagine della loro futura San Benedetto: il vuoto! E vogliono governare ancora”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 821 volte, 1 oggi)