CUPRA MARITTIMA – Il turismo cuprense saluta un 2015 positivo e al contempo si rinnova almeno nelle sue componenti “istituzionali”. Nell’abituale cena di fine anno si è infatti ufficializzato l’avvicendamento tra Elio Basili e Paolo Nespeca alla guida dell’Acot Cupra, Associazione Cuprense Operatori Turistici. Tanti i temi affrontati nelle dichiarazioni che riportiamo di seguito, comprese quelle del presidente onorario Giuseppe Mascaretti e del sindaco Domenico D’Annibali. Temi sentiti quelli della tassa di soggiorno e della capacità del turismo alberghiero cuprense di entrare in sintonia con il resto della ricettività cittadina (il cosiddetto progetto del turismo partecipativo) e con l’intero entroterra e il resto della Riviera delle Palme.

Quanto riportato di seguito è stato scritto in tempo reale durante l’incontro che si è tenuto presso il ristorante IL CONTADINO. Ottima la cena, tutta a base di pesce.

 

ELIO BASILI, ex presidente dell’Acot, ha affermato: “E’ stato nominato il nuovo presidente, con piacere, io vi ringrazio, spero che abbiamo lavorato bene per il bene dell’associazione, speriamo di aver fatto sempre il meglio anche in campo turistico dove i mutamenti sono sempre più veloci. Ho trascorso 6 anni molto belli ma abbiamo deciso che era giunto il momento del ricambio, per dare la possibilità di avere nuove idee per migliorare.

Quest’anno col turismo partecipato siamo riusciti a far contribuire tantissime persone fuori dall’associazione, che hanno dato il contributo importante al lavoro dell’associazione, riuscendo a conoscere e collaborare con tutti coloro che affittano appartamenti e sono fuori dal circuito degli hotel.

Ci siamo impegnati molto su alcune questioni, come sulla tassa di soggiorno che credo ancora non debba essere messa, e questo un appello che rivolgo al sindaco, purtroppo altre associazioni di categoria della zona non ci hanno seguito. Noi cerchiamo di portare i clienti a San Benedetto, Grottammare e Cupra e cerchiamo di farlo in maniera aggressiva perché il mercato è in frenetico cambiamento.

Spero che in questi anni abbiamo lavorato bene, ringrazio tutto il direttivo perché ci siamo sempre dati da fare per ottenere il meglio da tutti gli associati. Ringraziamento particolare al nostro presidente onorario Giuseppe Mascaretti, resta per noi una guida che ci illumina la strada migliore da seguire. Il nostro nuovo presidente Paolo Nespeca è qui al mio fianco e  passo a lui il testimone, perché ha tutto il nostro appoggio per andare avanti”.

PAOLO NESPECA: “Ringrazio tutti, auguri a tutti di buon Natale e buone Feste, ringrazio l’assemblea e il consiglio. Il consiglio è rimasto lo stesso di prima, io tirerò il gruppo per tre anni. Oggi la gestione del turismo è più difficile perché le risorse sono più limitate, le nostre risorse sono di un terzo rispetto a quelle di qualche anno fa, ma cercheremo di proseguire facendo il passo secondo la gamba. Un anno fa abbiamo fatto promozione su internet, nelle fiere, muovendoci spesso anche di persona, dovremo farlo ancor di più per sfruttare le istituzioni come canali promozionali a costo zero. Vorremmo dare ancor più visibilità a chi ci sostiene dall’esterno come i fornitori e gli sponsor, non solo sul catalogo ma anche sul sito internet che vorremmo rinnovare e che ha avuto 120 mila visite in un anno, quindi è una bella vetrina per noi”.

“Abbiamo lavorato parecchio con il turismo partecipato, speriamo che il sindaco ci aiuti nel non mettere la tassa di soggiorno o almeno di metterla più bassa degli altri comuni almeno nei primi anni – continua il presidente dell’Acot – Chiedo a tutti gli associati di partecipare con consigli e tramite mail per avere indicazioni su come fare promozioni e in che modo. Ascoltando tutti si sbaglia meno”.

GIUSEPPE MASCARETTI: “Sono soddisfatto per aver fatto nascere l’amministrazione. Noi ci avvicendiamo perché quando si è eletti le cose vanno bene, mentre una volta confermati nell’incarico il secondo mandato resta il più difficile. Così ogni volta subentrano nuove idee, lo stimolo arriva quando le persone cambiano. Ringrazio Nazzareno Perotti come ogni anno perché col suo Riviera Oggi ci toglie molti problemi nel comunicare al cliente gli eventi del territorio, ringrazio anche il sindaco perché i problemi del lungomare relativi al punteruolo ci hanno creato un danno, ma ora vedo che si stanno piantumando nuove essenze palmizie”.

DOMENICO D’ANNIBALI: “Questa associazione è importante e da anni, dando grandi risultati al turismo di Cupra, da quando ci siamo sganciati dal Consorzio turistico, un carrozzone che ha creato molti problemi e che non sanno come chiuderlo. Le attività economiche si reggono sempre quando c’è interesse a far funzionare i settori economici, con nuovi investimenti, rinnovando le strutture, offrendo servizi aggiuntivi, e cercando, con la collaborazione dell’amministrazione, di offrire una accoglienza prolungata. Io ho richieste di operatori turistici che chiedono di stare aperti nel turismo pasquale e anche natalizio. Avete una forte responsabilità, a livello marchigiano abbiamo avuto una diminuzione delle esportazioni nel settore manifatturiero, verso Russia, Germania, Cina e paesi arabi. Il turismo invece registra una crescita notevole nella nostra regione, quindi molti non vanno verso località a rischio e si recano in Italia. Abbiamo l’opportunità di ospitare anche tanti stranieri, questa l’occasione per non perdere questi clienti”.

Le presenze turistiche nel 2015 sono aumentate in media del 4% nel periodo estivo, ma gli arrivi hanno subito un aumento superiore. A luglio l’aumento degli arrivi è stato di oltre il 13%. In molti vengono in Municipio a complimentarsi del paese, anche se ovviamente tante cose possono essere migliorate e in meglio”.

“Ringrazio l’associazione perché in questi anni abbiamo realizzato anche cose innovative a livello nazionale, come il turismo partecipato, ovvero con l’associazione che ha coinvolto tutti gli operatori che si occupano di turismo a Cupra. Con gli anni siamo riusciti a migliorare sempre di più anche se abbiamo la necessità di intervenire sulle strutture a supporto del turismo, a primavera ad esempio interverremo sulla pista ciclabile. Nella zona centrale del lungomare dovremo intervenire con giochi per bambini perché questo è il target di riferimento per il nostro territorio. Ringrazio Riviera Oggi per l’essenziale servizio di informazione turistica perché molte persone altrimenti non sanno cosa fare e nemmeno conoscono il nostro territorio, ma dobbiamo anche noi espanderci verso l’interno. Ad esempio venerdì scorso sono stato alla riunione del Gal Piceno, ci sono ulteriori risorse per investimenti nel turismo. Cupra è l’unico comune costiero del Gal, non è una perdita per gli imprenditori se il turista viene al mare di giorno e la sera magari va in giro nell’entroterra, quel turista non solo tornerà per sempre ma porterà anche altri turisti. Dobbiamo offrire delle strutture che consentono di fare sport, perché in questo modo si potrebbe lavorare anche nella basta stagione.

Dobbiamo essere in grado di promuovere almeno di un territorio che va da Massignano a San Benedetto, perché è lì la nostra ricchezza. Da parte vostra noto grande partecipazione ma magari c’è chi collabora di meno, perché il turista porta ricchezza a tutti, anche se vanno nelle case private si crea un indotto importante”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.301 volte, 1 oggi)