SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Importante operazione compiuta dal Nucleo Operativo Radio Mobile di San Benedetto del Tronto nella mattinata del 15 dicembre. Intorno alle 10 alcuni militari hanno notato un 20enne italiano (originario della Tunisia) dagli atteggiamenti sospetti nella zona tra il lungomare e il porto di San Benedetto del Tronto. Un triste consueto ritrovo di tossicodipendenti.

Poco dopo si è avvicinato al giovane un altro ragazzo in sella al motorino e i due hanno avuto una breve conversazione. Il 20enne in seguito si è allontanato verso un’area nascosta dalla fitta vegetazione e i carabinieri l’hanno fermato per una perquisizione. Il ragazzo, notando l’arrivo dei militari, aveva gettato alcuni involucri tra le piante vicine. I carabinieri hanno recuperato gli oggetti e constatato che all’interno c’erano 5 grammi di eroina. Dalla perquisizione sono saltati fuori 850 euro in contanti e un assegno da 300 euro. Inoltre, all’interno della stoffa del jeans, sono stati rinvenuti altri 45 euro. Questa somma potrebbe essere stata relegata dal ragazzo giunto poco prima in motorino per l’acquisto illecito della droga.

B. H., residente a Martinsicuro, ha provato a opporsi con la forza al fermo dei carabinieri, essendo un esperto di arti marziali. I militari hanno richiesto l’aiuto di altri colleghi per immobilizzare lo spacciatore. Il 20enne è stato arrestato per detenzione di droga a fine di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale ed è stato condotto in caserma. Attualmente si trova ai domiciliari in attesa di rito. Il ragazzo allontanatosi in motorino è in corso d’identificazione. Si tratterebbe di un tunisino già noto alle Forze dell’Ordine per questa tipologia di reato.

I carabinieri sambenedettesi intensificheranno i controlli sul territorio anche durante le festività natalizie.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.372 volte, 1 oggi)