SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La cronica mancanza di spazi per campi di calcio è un problema molto sentito in tutta San Benedetto. Per questo va sottolineato come alcune società siano riuscite ad organizzare nuove strutture dove molti giovani possono praticare il loro sport preferito, ottenendo anche dei risultati, o delle soddisfazioni, che vale la pena sottolineare.

Questo ad esempio è il caso del Torrione Calcio, storica società sportiva di puro calcio giovanile a San Benedetto, che da alcuni anni ha provveduto a rinnovare il campo di calcio “La Rocca” del Paese Alto realizzando un impianto in erba sintetica, grazie al grande impegno del patron Antonio Spazzafumo.

Degno di nota l’impegno di Marino D’Angelo, responsabile del settore giovanile e davvero “fact totum” della società, al quale si affianca Cristian Persiani: così in poco tempo si è passati da 15 a 80 ragazzi coinvolti.

Tre di loro, il portiere Alberto Luciani, 14 anni, i centrocampisti Andrea Mosca e Simone Gagliardi, 13 anni, assieme all’attaccante Michael Tanzi proveniente dal vivaio della Samb, hanno svolto un provino per il Sassuolo, destanto una buona impressione. Tra l’altro nello staff tecnico neroverde figura una giocatore che ha vestito la maglia della Samb negli anni ’80, Francesco Turrini. I contatti tra Torrione e Sassuolo, società che attualmente è in Serie A, proseguiranno e nelle prossime settimane sarà visionato un altro ragazzo della società sambenedettese.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 566 volte, 3 oggi)