SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Guai a chi ci tocca il presepe. Forza Italia Giovani si schiera in difesa di uno dei simboli del Natale e invita i dirigenti scolastici e pubblici “a far realizzare il presepio nelle scuole e nei luoghi centrali delle nostre comunità, per difendere la nostra identità culturale”.

Dice il segretario Valerio Pignotti: “Il nostro Paese, anche se costituzionalmente laico, non può dimenticare le proprie tradizioni giudaico-cristiane. Il Presepio e i canti sono i simboli principali del Natale  cristiano e non possono essere accantonati per non far torto a chi professa altri credi religiosi; un dirigente scolastico che vieta i canti natalizi e l’esposizione del Presepio nelle scuole ha fallito  nella sua mission, che è basata principalmente nell’educare le nuove generazioni  “multietniche” alla tolleranza delle tradizioni culturali altrui”.

Sull’argomento, il 9 dicembre Piero Celani ha presentato una mozione in Consiglio Regionale, impegnando il presidente Ceriscioli “ad organizzare una inaugurazione del Presepe, invitando i rappresentanti e i cittadini appartenenti alle comunità di altre fedi religiose presenti nel territorio, per una condivisione di questo simbolo cultural-religioso e per celebrare insieme i valori della tolleranza e della pace”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 338 volte, 1 oggi)