SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Marco Raparo finalmente sbarca a San Benedetto. Dopo una lunga trattativa durata più di dieci giorni il talentuoso centrocampista classe ’91 approda alla corte di Ottavio Palladini con il superamento degli ultimi ostracismi della Folgore, che all’inizio aveva chiesto Tagliaferri ai rossoblu il cui trasferimento però, per ragioni di turn-over degli under, era stato bloccato dai vertici tecnici.

La volontà del giocatore è stata fondamentale nello sviluppo della vicenda con lo stesso Raparo, che in sede di presentazione rivela come fosse “impossibile rifiutare la Sambenedettese, la settimana prima della chiamata ero venuto a giocare qui e avevo i brividi uscendo dal campo. Giocare in certe piazze è un privilegio ed è un trampolino di lancio”. Lo stesso giocatore conferma anche quanto “dura sia stata la trattativa” ma per contro dice anche di aver “sentito quotidianamente la dirigenza e anche il presidente Fedeli che mi hanno rassicurato sul buon esito della vicenda”.

Raparo si inserisce adesso in un contesto che a centrocampo vede regnare l’abbondanza dopo l’arrivo anche di Filippo Baldinini. Il ragazzo però non sembra temere la concorrenza rivelando di pensare che “arrivati a un certo punto della carriera solo il confronto con altri giocatori ti aiuta a crescere e qui a centrocampo tra Baldinini, Sabatino e Barone ci sono davvero grandi calciatori.” 

Chiuso positivamente “l’affaire” Raparo la squadra si concentra ora sulla trasferta di Chieti, con i neroverdi vincenti per 3 a 2 sulla Folgore in recupero mercoledì che vorranno continuare la striscia positiva utile a recuperare il terreno perso nelle giornate precedenti. Infine i tagliandi disponibili per la trasferta abruzzese sono 500 e si possono trovare, al prezzo di 10 euro, presso le tabaccherie Smokeshop, Pasubio e Isola del Tesoro a San Benedetto e presso la tabaccheria Marchionni a Grottammare.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)